rotate-mobile
Cronaca

"Limiti di peso previsti dalla legge, non si svaluti il lavoro dei dipendenti di Contarina"

Bidone dei rifiuti pesante, la Fit Cisl replica ad Acampora: "Noi esigiamo e pretendiamo rispetto per i dipendenti". Il consigliere risponde: "Ingiusto attaccare chi segnala i disservizi"

TREVISO “Come dipendenti e lavoratori, ci sentiamo molto offesi dai giudizi e dai contenuti pubblicati nell’articolo pubblicato il 20 ottobre su Trevisotoday dal titolo “Il bidone dei rifiuti è troppo pesante: gli operatori di Contarina fanno a meno di svuotarlo”, in cui si insinua che i dipendenti di Contarina abbiano poca voglia di lavorare o alzare pesi e si afferma che il fatto citato risulti come un palese disservizio. Noi della Fit Cisl Belluno Treviso chiediamo piuttosto ai consiglieri Davide Acampora e Alessandro Gnocchi se sono a conoscenza delle difficoltà che i lavoratori di Contarina affrontano tutti i giorni per mantenere uno standard di alto livello nella raccolta differenziata. Forse i due consiglieri comunali non sanno che il Comune di Treviso in pochissimo tempo è passato da perfetto sconosciuto nelle graduatorie della raccolta differenziata “porta a porta spinto” ai primi posti a livello europeo.

Tutto ciò grazie certamente ad una azienda storicamente votata a questo tipo di raccolta, ma anche e soprattutto grazie agli addetti del settore che sul territorio sono sempre stati pronti a qualsiasi sacrificio pur di rispettare l’obiettivo che l’azienda e le istituzioni si erano poste, ovvero ridurre a zero la quantità di rifiuti non riciclabili. La stessa qualità si riscontra nella manutenzione del verde pubblico, fatto da lavoratori garanti, seri e responsabili, che storicamente si sono contraddistinti professionalmente nel saper affrontare le difficoltà del centro storico, tra canali da pulire e siepi da sfoltire, ovviamente non solo attorno alle mura ma in tutto l'hinterland, per non parlare dei parchi e dei giardini pubblici. Il nostro pensiero va a tutti i dipendenti di Contarina e non solo, impegnati a lavorare con dignità e in sicurezza, nel pieno rispetto della legge 81/2008 e del codice della strada.

Forse i consiglieri Acampora e Gnocchi non sanno che ci sono dei limiti di peso previsti per legge né sanno che nel lungo periodo il dover sollevare in continuazione bidoni troppo pesanti, porta a manifestare numerose malattie professionali. Forse il loro intervento potrebbe essere solo una sterile scaramuccia pre-elettorale, ma a noi questo non interessa. Noi esigiamo e pretendiamo rispetto per i dipendenti di Contarina. Semmai i nostri politici dovrebbero iniziare a capire che i continui tagli delle varie amministrazioni non possono essere sopperiti dai soli lavoratori”.

La replica di Acampora non si è fatta certo attendere: "In primo luogo non era mia intenzione mancare di rispetto al lavoro svolto dai dipendenti di Contarina, la mia critica era rivolta prettamente all'azienda come responsabile di numerosi oggettivi disservizi" ha esordito il consigliere d'opposizione. "Se i lavoratori non sono soddisfatti delle proprie condizioni lavorative è giusto che protestino senza far però pesare sui cittadini i propri disagi. Inoltre, ci tengo a precisare che al telefono Contarina si è scusata con la sig.ra Busanello per l’accaduto, ammettendo che e' stato un errore e garantendo che avrebbero avvisato l’operatore e che non si sarebbe presentato più un problema simile. Ciò significa che l'azienda ha ammesso l'errore del suo operatore, quindi la presa di posizione di questo sindacato non ha senso in quanto c'è l ammissione da parte dei diretti interessati di aver sbagliato. Contrattaccare un Consigliere comunale che denuncia dei disservizi in piena ragione, accusandolo di fare propaganda politica, è ingiusto e inutile. È sotto gli occhi di tutti la maniera disastrosa come Treviso sta gestendo la raccolta rifiuti. In conclusione, se il bidone è quello fornito da CONTARINA con misure e capienza da loro progettate e regolamentate, l'operatore ha il dovere di raccoglierlo altrimenti risulta un disservizio". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Limiti di peso previsti dalla legge, non si svaluti il lavoro dei dipendenti di Contarina"

TrevisoToday è in caricamento