Agricoltura, da Avepa 303 milioni di euro alle aziende venete

Avepa in particolare è riuscita a saldare l’acconto iniziale pari al 50 per cento del premio con un anticipo di ben cinque mesi

«Apprendo con viva soddisfazione la notizia del pagamento anticipato alle aziende venete, da parte di AVEPA, del saldo per la campagna 2013. Davvero una buona notizia, che permette ai nostri agricoltori di cominciare positivamente il nuovo anno e lasciarsi alle spalle i dodici mesi difficili che l’hanno preceduto». Così Giancarlo Scottà, eurodeputato del Gruppo ELD, sull’erogazione dei contributi portata a termine da Avepa, l’Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura, relativamente alla Domanda unica per la campagna 2013. Avepa, in particolare, è riuscita a saldare  l’acconto iniziale pari al 50 per cento del premio, secondo quanto previsto dalla Commissione Europea, con un anticipo di ben cinque mesi rispetto al termine ultimo, il 30 giugno, fissato dalla regolamentazione comunitaria. Le circa 90 mila aziende venete interessate dall’intervento incasseranno complessivamente 303 milioni di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Un risultato che dimostra la sensibilità dei nostri amministratori – prosegue Scottà –  nel venire incontro alle esigenze del mondo agricolo, vessato dalla crisi, dai mille ostacoli burocratici e, non da ultimo, dalle innumerevoli avversità climatiche che hanno caratterizzato il 2013 e che spesso hanno messo in ginocchio le nostre aziende. Un premio per gli agricoltori veneti e un buon segnale in vista delle sfide della prossima PAC: il Veneto è un sistema efficiente»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento