Cronaca

Istrana: a spasso con cacciavite e attrezzi da scasso, denunciati

Un messicano e un colombiano di San Donà (Venezia) pizzicati dai carabinieri a Istrana. Arrestato anche un pizzaiolo di 34 anni

ISTRANA Si aggiravano tra le abitazioni tenendo ben nascosti un cacciavite e un oggetto di plastica atto allo scasso, pronti probabilmente per colpire. Non sono riusciti a sfuggire all’occhio dei carabinieri che, fermandoli per un controllo, hanno fatto scattare una perquisizione che ha dato immediatamente esito positivo. Sono così finiti nei guai a Istrana un messicano di 47 anni e un colombiano di 30, entrambi residenti a San Donà di Piave, nel Veneziano, con precedenti specifici e nullafacenti, denunciati per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli in concorso.

L’operazione ha avuto luogo nell’ambito di un servizio di controllo coordinato dei militari della compagnia di Castelfranco Veneto in tutta la castellana volto alla prevenzione e alla repressione di reati predatori. Nel corso degli accertamenti, durante i quali sono stati impegnati 18 carabinieri con nove mezzi, è stato arrestato un pizzaiolo di 34 anni di Resana, S.G., su ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Taranto il 9 gennaio scorso. Il 34enne doveva scontare sei mesi di reclusione per violazione degli obblighi di assistenza familiare. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Santa Bona. Nell’ambito del servizio di controllo sono stati controllati 65 veicoli, mentre sono state 78 le persone identificate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istrana: a spasso con cacciavite e attrezzi da scasso, denunciati

TrevisoToday è in caricamento