Ancora controlli in via Pisa, trovata della marijuana: denunciato un 31enne

Il comandante della Polizia, Gallo: "I controlli nella Tower House saranno ripetuti e costanti nel tempo per garantire alti standard di sicurezza urbana"

La sostanza sequestrata

Terzo controllo della Polizia Locale nel maxi condominio di via Pisa. Dopo quelli del 2 e 6 luglio, anche sabato mattina una decina di agenti, a partire dalle 6.30, hanno iniziato a setacciare gli appartamenti che non erano stati verificati nelle altre due precedenti operazioni: al termine del servizio, conclusosi verso le 10.30 il bilancio registra il controllo di 60 persone trovate in 22 appartamenti dislocati su 5 piani. Questa volta i controlli hanno riguardato anche eventuali situazioni legate al consumo e spaccio di droga. Il cane antidroga Hitch ha dapprima attirato l'attenzione su alcuni occupanti di un appartamento controllati nei pressi del condominio; in seguito il controllo è stato esteso anche all'interno dell'alloggio dove sono stati trovati 32 grammi di marijuana e un'altra medesima quantità già confezionata in 12 dosi pronte per essere spacciate.

Per questo A.C.E. 31anni della  Nigeria, con permesso di soggiorno sulla cui validità vi sono in corso accertamenti, è stato trasferito presso il Comando in via Castello d'Amore dove è stato fotosegnalato e denunciato alla Procura della Repubblica di Treviso per detenzione di sostanze stupefacenti destinate allo spaccio stante la quantità delle dosi trovate e il confezionamento delle stesse. Altri occupanti di altri alloggi sono stati portati in comando per la notifica di alcuni atti di natura amministrativa. "Tutte le sessanta persone trovate - evidenzia il comandante Andrea Gallo - sono state sottoposte a verifica circa eventuali atti di rintraccio da parte di altre forze di polizia: si tratta di un lavoro minizioso che documenta però come i controlli siano stati capillari". Anche durante l'odierno terzo blitz, svolto in collaborazione con le altre forze di polizia, molti proprietari hanno accolto con favore il passaggio degli agenti.

"Gli obbiettivi dei controlli - sottoliena Gallo - sono molteplici: verificare che non vi siano situazioni di illegalità e nel caso perseguirle, verificare che gli appartamenti non abbiano condizioni precarie di natura igienico-sanitaria e che tutti gli occupanti siano in regola con i permessi di soggiorno, con le residenze e con le dichiarazioni di ospitalità. Per ora sono poche le situazioni di appartamenti in disordine mentre alcune posizioni amministrative saranno oggetto di ulteriori indagini. Inoltre, uno degli obbiettivi principali è il contrasto allo spaccio di droga e rassicurare i residenti che via Pisa sarà sempre più controllata". Da una settimana sono iniziati anche i controlli stradali sull'intera via Pisa con posti di blocco sia durante il giorno che nelle ore serali. I controlli nella Tower House - conclude il comandante Gallo - saranno ripetuti e costanti nel tempo per garantire alti standard di sicurezza urbana". “C’è grande soddisfazione per questa operazione che si inserisce nel progetto di riqualificazione di via Pisa, una partita difficile perché da troppi anni la zona era trascurata. Voglio ringraziare ancora una volta la nostra Polizia Locale per l'impegno e la professionalità”e nel maxi condominio di via Pisa.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento