rotate-mobile
Cronaca

Controlli nei locali a luci rosse: trovate 28 ballerine lì "per caso"

La Direzione provinciale del lavoro e del Nucleo ispettorato del lavoro di Treviso hanno setacciato i locali della Marca. In poche settimane sanzioni per circa 250mila euro

Nuova retata in poche settimane tra i locali notturni della Marca trevigiana.

Questa volta la Direzione provinciale del lavoro e del Nucleo ispettorato del lavoro di Treviso hanno bussato alle porte dell'associazione culturale “Dejà Vu” di Casale sul Sile, dove si stava svolgendo una serata con ballerine in pedana.

Dopo i controlli, 16 lap dancer su 18 non avevano le carte in regola. Le giovani dell'Est hanno provato a giustificarsi dicendo che erano lì non per lavoro ma passare una serata in allegria. Il titolare, che è stato sanzionato, è un veneziano di 49 anni.

Altra verifica presso la sede della l'Associazione "Fantasy Club", di via Reginato a Treviso, dove all'opera c'erano 12 ragazze su 15. Anche qui il titolare sanzionato è un veneziano 55enne.

Poi i controlli si sono spostati in un centro massaggi gestito da cinesi e il bar “All'aeroporto”, in via Noalese a Treviso, che anche in questo caso non sono risultati esenti da irregolarità. In un altro locale di Monastier sono stati riscontrati lavoratori in nero, tra cui una minorenne.

Da fine aprile ad oggi i locali sanzionati in provincia di Treviso con la sospensione sono 12, oltre 70 le posizioni irregolari individuate per un totale di sanzioni amministrative pari 248mila euro.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli nei locali a luci rosse: trovate 28 ballerine lì "per caso"

TrevisoToday è in caricamento