Parco Ae Barche di Pederobba: il Comune vara il nuovo piano della sicurezza

Il consigliere Fabio Maggio: "Durante l'inverno ci sarà controllo sette giorni su sette grazie alla Vigilanza Carniel. Basta versamenti illegali di rifiuti e rave party notturni"

PEDEROBBA Il parco Ae Barche, area di Covolo a ridosso del Piave, è una delle zone naturalistiche più suggestive del comune di Pederobba. D’estate luogo di villeggiatura prediletto da molti trevigiani come rifugio dalla calura estiva, ospita un parco attrezzato oggetto di una recente assegnazione da parte del Comune. Quando l’inverno si avvicina però l’area si spopola e con il calar della sera, al buio del parco, i residenti hanno segnalato diversi episodi di disagio. 

"Macchine che vanno e vengono, sversamenti illegali di rifiuti e assembramenti nelle ore notturne” spiega Fabio Maggio, consigliere comunale che a Covolo abita. “Più volte ho risposto alle segnalazioni dei cittadini recandomi sul posto e continuiamo farlo perché le segnalazioni dei cittadini per noi sono fondamentali. Abbiamo quindi deciso di varare un primo intervento per venire incontro ai disagi incontrati dai residenti, ampliando la convenzione in essere con Vigilanza Carniel. Dal mese di dicembre, e per tutto il periodo invernale e primaverile 7 giorni su 7, sarà attivo un servizio di vigilanza e guardiania con passaggi notturni ripetuti da parte delle pattuglie di Vigilanza Carniel che allerteranno, se necessario, le forze dell’ordine in caso riscontrassero episodi sospetti”.

“L’area è stata oggetto di una nuova assegnazione che è partita solo in questa stagione, anche se con diversi problemi dovuti ad atti di vandalismo sui quali sono tutt’ora aperti procedimenti delle forze dell’ordine”. Spiega il Sindaco Marco Turato: “Già dalla prossima stagione estiva ci saranno sensibili miglioramenti. Il bando infatti prevede l’installazione di sistemi di videosorveglianza e potenziamento dell’illuminazione. Il servizio di vigilanza che abbiamo attivato servirà anzitutto a garantire maggiore sicurezza in questo periodo di transizione, aspetto per noi fondamentale". Quanto agli sversamenti selvaggi di rifiuti il Sindaco è categorico: “Useremo il pugno di ferro contro gli ecovandali, stiamo valutando l’installazione di fototrappole, nel frattempo invito i cittadini a segnalarci ogni attività illegale”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento