menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controllo della poliza negli autobus di Treviso: molti non risultavano in regola

Il controllo è stato effettuato dopo le segnalazioni giunte al comando da parte di alcune scuole della Marca trevigiana, a seguito di una circolare che ha sensibilizzato i dirigenti scolastici sull'importanza della consulenza della polizia nei viaggi d'istruzione

TREVISO Nel corso della mattinata del 25 febbraio il personale della polizia stradale di Treviso, ha effettuato un controllo specifico sugli autobus che trasportavano studenti di varie scuole presso il cinema teatro Eden in occasione di un evento formativo organizzato. Nell’occasione sono stati controllati in tutto 12 autobus appartenenti ad 8 imprese operanti nello specifico settore del trasporto persone, dei 12 veicoli controllati 9 sono risultati non in regola con le prescrizioni previste dalla normativa di settore, complessivamente sono state contestate 15 infrazioni per un totale di circa 4.000 euro di sanzioni.

Le contestazioni hanno spaziato dalla mancanza di documentazione al seguito del conducente del mezzo, alla presenza di medicinali scaduti nelle cassette di pronto soccorso all’interno dei veicoli, alla presenza di estintori scarichi a bordo del mezzo, fino al superamento dei tempi di guida prescritti per il conducente ovvero la riduzione del tempo di riposo imposto per lo stesso conducente, con sanzioni comprese tra i 45 e i 700 euro. La più grave delle infrazioni, accertata a seguito di approfondimenti eseguiti in ufficio, è derivata dalla contestazione dell’utilizzo di un autobus con età superiore a 15 anni, limite massimo imposto dalla normativa per l’effettuazione di questa tipologia di servizio e comportante una sanzione di 1.000 euro per l’impresa utilizzatrice.

Il controllo effettuato è seguito alle segnalazioni pervenute al comando da parte di alcune scuole della Marca che, a seguito di una recentissima circolare del Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca ha sensibilizzato i dirigenti scolastici sull’importanza della consulenza e del coinvolgimento della polizia stradale nella materia dei viaggi d'istruzione al fine di rendere più sicuro il trasporto scolastico. In particolare, la circolare ha trasmesso un vademecum a seguito di specifico protocollo d’intesa con il Ministero dell’Interno con le informazioni fondamentali da non trascurare nell’organizzazione di un viaggio di istruzione che preveda l’utilizzo di un autobus noleggiato con il conducente.

Seguendo tali indicazioni sugli aspetti da tenere in considerazione da parte degli organizzatori del viaggio, ogni qualvolta sia ritenuto opportuno, dovrà essere richiesta la collaborazione e/o l’intervento della polizia stradale che, per poter organizzare adeguatamente i controlli, dovranno ricevere le relative segnalazioni con un ragionevole preavviso, come avvenuto nel caso del controllo qui riportato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento