menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controllo del vicinato a Oderzo: dopo sei mesi arrivano risultati incoraggianti

L'iniziativa sta coinvolgendo circa 150 persone, sentinelle del territorio collegate tra loro da una rete Whatsapp. A breve in arrivo anche i cartelli segnaletici per le aree di controllo

ODERZO Sono circa centocinquanta le persone residenti a Oderzo e nelle frazioni che hanno finora aderito al progetto “Controllo del Vicinato”. Attivata tra l'ottobre ed il novembre scorso, l'iniziativa è stata promossa dall'amministrazione comunale con l'obiettivo di coinvolgere la popolazione nel prevenire o costituire un deterrente per piccoli reati predatori.

A sei mesi circa dall'avvio del progetto, nei giorni scorsi l'assessore alla sicurezza, Enrico Patres, ha incontrato i referenti dei quattordici gruppi attivati nel territorio, per fare il punto della situazione e raccogliere spunti o suggerimenti per migliorare il servizio. Alla base del progetto il valore della solidarietà e collaborazione tra concittadini e vicini di casa per cui, dinnanzi ad una situazione anomala o ad una presenza sospetta, si attiva una segnalazione informale che, se verificata, può anche far scattare l'intervento tempestivo delle Forze dell'ordine. Va detto che il Controllo del vicinato non si sostituisce al ruolo delle Forze dell'Ordine ma funge, semmai, da “antifurto sociale” o campanello d'allarme messo in funzione dalla comunità nel caso di situazioni sospette o potenzialmente pericolose. Qualora fosse già in atto l'azione criminosa, dovrà immediatamente essere allertato il 112 o il 113. Ogni gruppo ha referenti che raccolgono le segnalazioni dei concittadini aderenti attraverso la rete whatsapp e le selezionano prima di diffonderle tra tutti i gruppi. "Il progetto non richiede alcuna attività straordinaria, solo attenzione e l'utilizzo di un telefono cellulare. Ovviamente sarà tanto più efficace quanto più saranno gli iscritti, così da rendere capillare il controllo del territorio comunale – commenta l'assessore Enrico Patres – per questo spero che aumentino ulteriormente le adesioni, compilando la scheda che trovano pubblicata sul sito del Comune". La scheda di adesione da inviare via mail a pm@comune.oderzo.tv.it è reperibile al seguente link.

Dal recente incontro è emerso che l'esperienza del Comune di Oderzo, sebbene appena iniziata, registra una positiva sinergia con la Polizia Locale che di norma rappresenta, per il territorio locale, il primo interlocutore del cittadino in materia di sicurezza. "Al momento non si sono evidenziate particolari criticità, salvo un incremento dei tentativi di scippo nel periodo natalizio – prosegue l'assessore Patres – fenomeni presto arginati grazie all'istituzione di maggiori pattugliamenti della Polizia Locale anche nelle ore serali. Al fine di rendere ancora più efficace il progetto, a breve saranno installati cartelli segnaletici in tutto il territorio comunale indicanti che nell'area è attivo il Controllo del vicinato. Nell'ambito di questo progetto e con lo stesso fine della prevenzione, cercheremo di coinvolgere maggiormente gli esercenti ed i commercianti del territorio che spesso hanno la possibilità di captare movimenti e presenze anomale quali scippatori o malintenzionati, che potrebbero rivelarsi pericolosi o di disturbo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Lite furibonda, cosparge di benzina il collega e gli dà fuoco

  • Attualità

    Ulss 2, il direttore Francesco Benazzi: «La sanità trevigiana è donna»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento