rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Cordignano

Cordignano, adottata dal consiglio comunale la variante verde

Novemila 800 metri quadri di territorio potranno tornare agricoli grazie alla variante adottata martedì dal consiglio comunale

CORDIGNANO Ci sarà meno cemento negli atti di pianificazione urbanistica del Comune di Cordignano. martedì 22 agosto 2017 è stata, infatti, adottata dal consiglio comunale la cosiddetta "variante verde", un atto con cui vengono stralciate e rese inedificabili le aree che precedenti Prg avevano concesso a privati cittadini, i quali, a oggi, non hanno potuto sviluppare le potenzialità edificatorie oppure non intendono utilizzarle.

La variante verde è stata resa possibile da una legge regionale, la n. 4/2015 che appunto prevede la possibilità di riclassificare le aree privandole della potenzialità edificatoria. Nei mesi scorsi il Comune di Cordignano ha diffuso un avviso affinché gli interessati presentassero la richiesta di stralcio delle cubature. Sono stati così undici quelli che si sono avvalsi di questa possibilità, per un totale di 7.200 metri cubi previsti sulla carta. Su quelle richieste possono ora essere presentate delle osservazioni, dopodiché la variante tornerà in consiglio. Con la definitiva approvazione da parte del consiglio comunale quei metri cubi virtuali saranno cancellati.

«Quello approvato è un provvedimento importante - ha detto l’assessore all’Urbanistica Roberto Campagna – che va nella direzione del contenimento del consumo di suolo e risponde alla richiesta di non far pagare tasse ai cittadini per un terreno sul quale era prevista un’edificazione che, per motivi diversi, non è mai stata realizzata».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cordignano, adottata dal consiglio comunale la variante verde

TrevisoToday è in caricamento