Pestata a sangue e uccisa con un colpo al collo: così è morta Sofiya Melnyk

Depositata l'autopsia sul corpo della 40enne ucraina, il cui cadavere è stato rinvenuto il 24 dicembre scorso. La donna è deceduta nella stessa giornata in cui è scomparsa

CORNUDA Depositati in Procura gli esiti dell'autopsia effettuata dall'anatomopatologo Alberto Furlanetto sul corpo senza vita di Sofiya Melnik, la 40enne ucraina trovata morta lo scorso 24 dicembre in un bosco di Romano d'Ezzelino, sul Grappa, e scomparsa da fine novembre da Cornuda. La donna, in base a quanto accertato, è stata selvaggiamente picchiata e quindi uccisa con un colpo secco al collo; il decesso risalirebbe alla stessa giornata in cui era avvenuta la scomparsa, poi denunciata dal compagno Pascal Albanese, morto suicida alcuni giorni dopo, il 26 novembre. L'indagine su quest'ultimo episodio va verso l'archiviazione mentre continua quella riguardante l'omicidio di Sofiya, per cui si attendono gli esiti degli accertamenti del Ris sull'auto della donna, la Renault Megane ritrovata a Forcella Mostaccin il 28 novembre scorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Misteriosa scia luminosa solca i cieli tra le province di Treviso e Venezia

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Sparisce di casa andando a fare la spesa: ritrovato nella notte

  • Finisce in acqua mentre gioca in giardino, bimba di due anni muore annegata

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Male incurabile, addio a Lorenza Pampagnin: anima del commercio locale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento