Coronavirus: pizzicata a fare acquisti in profumeria, 31enne denunciata

«Non è un bene di prima necessità»: l'episodio è avvenuto giovedì a Pieve di Soligo durante i controlli svolti dai carabinieri della Compagnia di Vittorio Veneto. In tutto otto le persone segnalate alla Procura di Treviso per inosservanza del Decreto

I controlli svolti dai carabinieri vittoriesi

Sono state ben otto le persone denunciate nel corso della giornata di ieri nel corso dei controlli svolti dai carabinieri della Compagnia di Vittorio Veneto per verificare il rispetto delle norme del decreto legge per contenere il diffondersi del Coronavirus. I carabinieri  di Valdobbiadene hanno denunciato due uomini, di un 54enne ed un 33enne del posto, controllati all’interno di un’autovettura parcheggiata lungo la strada intenti a chiacchierare, contravvenendo all’obbligo di non uscire dalla propria abitazione al di fuori dei casi previsti. I carabinieri di Cison di Valmarino hanno denunciato un 76enne residente a Vittorio Veneto controllato mentre percorreva la S.S. 635 a Cison di Valmarino con la propria bici, senza addurre alcuna giustificazione relativa al suo spostamento al di fuori del comune di residenza.

I carabinieri di Col San Martino hanno denunciato un 25enne di Vidor ed una 23enne residente a Farra di Soligo, controllati mentre erano in transito a bordo di autovettura nella zona Col San Martino, che hanno riferito di essere di rientro da Valdobbiadene  dove avevano trascorso la serata ospiti di un conoscente. I militari hanno controllato anche un salone per parrucchiera in Farra di Soligo che stava svolgendo la propria attività nonostante l’obbligo di sospensione; nella circostanza sono state denunciate la parrucchiera, una 64enne di Farra di Soligo e la cliente, una 65enne di Farra di Soligo. I carabinieri di Pieve di Soligo hanno denunciato infine una donna 31enne residente a Pieve di Soligo controllata all’interno di un negozio di prodotti di bellezza dove aveva acquistato solamente un profumo, categoria di bene non rientrante tra quelli di prima necessità.

WhatsApp Image 2020-03-13 at 09.34.30-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento