Coronavirus, pizzicati dai carabinieri in stazione: tre denunciati

Nei guai un 32enne di Farra di Soligo, un 22enne di San Vendemiano ed un 24enne irregolare, tutti di nazionalità marocchina. Il controllo è avvenuto mercoledì a Sacile ed è stato eseguito dai militari della locale stazione

Il controllo dei carabinieri

Un 32enne di Farra di Soligo, un 24enne di San Vendemiano ed un 24enne irregolare, tutti di origini marocchine, sono stati denunciati per non aver rispettato l'ordinanza per la diffusione del Coronavirus. Gli stranieri, mercoledì scorso, si trovavano nei pressi della stazione ferroviaria di Sacile e sono finiti nella rete dei controlli dei carabinieri: vedendo l'auto dei militari i tre hanno tentato inutilmente di dileguarsi ma sono stati subito bloccati e sanzionati. I giovani hanno tentato di giustificarsi con scuse poco credibili: due tra loro erano peraltro irregolari e uno era già stato denunciato per non aver rispettato il decreto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • I 6 piatti trevigiani che non possono mancare sulle tavole d'autunno

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Mascherina indossata per troppo tempo, studente si sente male

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento