menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al collo ha la sua data di nascita, tutti gli indizi portano a Stefano

Non ci sono più dubbi sull'identità della salma restituita dal Dese domenica. Si attende il riconoscimento ufficiale del 44enne Bonamigo

MOGLIANO VENETO — Il riconoscimento ufficiale è stato fissato per martedì mattina all'obitorio dell'ospedale dell'Angelo. Ma ormai appare sicuro che quella salma restituita dal Dese dopo questi giorni di maltempo sia proprio quella di Stefano Bonamigo, il 44enne di Mogliano Veneto scomparso il 30 ottobre scorso dall'abitazione che condivideva con i genitori. Diversi gli elementi che portano gli inquirenti a nutrire una relativa certezza sul riconoscimento della vittima: in primis gli indumenti che il cadavere aveva addosso, che corrisponderebbero a quelli dello scomparso.

Al collo, poi, una collana con riportata la data di nascita di Bonamigo. Il giorno, il mese e l'anno esatti. Non un caso, dunque. A suffragare i sospetti degli investigatori della squadra mobile anche lo stato dell'arcata dentaria del cadavere, che corrisponderebbe a quella di Bonamigo. Elementi che dopo alcune ore dal rinvenimento della salma domenica mattina nel Dese, in località Ca' Noghera, hanno subito fatto virare le indagini verso quella denuncia di scomparsa presentata a Mogliano Veneto da parte dei famigliari. A lanciare l'allarme domenica alcuni operai di una ditta impegnata nei lavori di sistemazione dell'argine del fiume. Erano andati a controllare lo stato delle attrezzature in una laterale di via Triestina.

Dopodiché sul posto sono intervenute le volanti della questura, i vigili del fuoco, la squadra mobile e gli uomini della scientifica. A un primo esame superficiale non sono state individuate ferite che possano indicare un'aggressione da parte di altre persone. Stefano Bonamigo, alle prese da un certo periodo di tempo con alcuni problemi di tipo psichico e di depressione, in passato aveva già tentato di farla finita gettandosi nel fiume Zero, che scorre non lontano dalla sua abitazione. Il corso d'acqua più avanti si collega proprio al Dese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Montebelluna, la mamma di Mattia ai funerali: «Chi ha sbagliato pagherà»

  • Attualità

    Vaccinazioni, Benazzi difende l'infermiera: «Non è una No Vax»

  • Attualità

    Vax Day per i 70enni: «Code in mattinata, rifiuti per AstraZeneca»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento