menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da mimi-tangonomadland.blogspot.com

Foto da mimi-tangonomadland.blogspot.com

Il tango e le malattie neurologiche: un nuovo binomio per tornare a vivere la propria vita

A Treviso attivi, grazie alla Dott.ssa Sara Regazzo e alla ASD Lo Spazio156 Fattiditango, dei corsi di tango argentino sulla base di un progetto di prevenzione dell'Ulss 9

TREVISO Danzare a ritmo di musica, sulle note di un tango, per tentare di tornare alla normalità e riappropiarsi della propria vita. Questo l'obiettivo del corso di tango per persone con disabilità di origine neurologica, il quale si inserisce fra le attività fisiche adattate (AFA). Le attività fisiche adattate non sono terapie riabilitative, ovvero non hanno l’obiettivo di modificare una menomazione conseguente alla malattia, ma possono rallentarne l’evoluzione e limitare le conseguenze secondarie da immobilità collegate. Si tratta quindi di attività di prevenzione.

"L’osservazione dei nostri allievi disabili sta confermando, in linea con quanto riportato in letteratura, gli effetti benefici su equilibrio e postura, e un incremento medio del profilo di attività fisica individuale con conseguente azione di prevenzione anche sulle più comuni patologie cardiovascolari e metaboliche" ha dichiarato la Dott.ssa Sara Regazzo, medico fisiatra dell'Ulss 9 Treviso e referente del progetto. "Si tratta di un modello di lavoro multidisciplinare che ha coinvolto anche il maestro di tango Giuseppe Scarparo dell'ASD Lo Spazio 156 Fattiditango. Sono infatti la prima a credere nella necessità di una buona organizzazione per la realizzazione di un progetto, ma sono sempre i singoli professionisti a fare la differenza di qualità, attraverso la capacità di lavorare in team, condividendo le proprie competenze con gli altri e il maestro Scarparo, nella sua attività di insegnamento, ha da sempre dimostrato una particolare capacità e attenzione nel trasmettere il suo spirito anche agli allievi meno dotati, delineando per ciascuno di loro un percorso di apprendimento individuale per tempi e obiettivi. La cura della postura e le linee di movimento proposte nell’insegnamento della tecnica base del tango dal Maestro sono state valutate e ritenute adatte alle persone con disabilità lieve-moderata, previa però valutazione clinico-funzionale con test validati dal Dipartimento di Riabilitazione del Ca' Foncello".

"La prima fase del progetto ha previsto un corso di sei mesi su dodici persone con disabilità di origine neurologica, con partner da loro scelti, e il corso si è svolto con la supervisione e consulenza di un medico fisiatra e di un fisioterapista. Il corso ha consentito così di definire le modalità di insegnamento del tango argentino e sono stati raggiunti gli obiettivi funzionali previsti, oltre che di partecipazione e gradimento da parte degli allievi. Il maestro Giuseppe Scarparo ha dimostrato di avere le competenze professionali necessarie ed è stato riconosciuto come professionista segnalato dall’Ulss 9 per la conduzione di corsi di tango argentino per persone con disabilità di origine neurologica nell’ambito delle iniziative di attività fisica adattata. Personalmente ritengo quindi che il passaggio all’insegnamento di persone con disabilità neurologiche abbia rappresentato una delle più alte espressioni della professionalità del maestro Scarparo".

Maestro che ha poi voluto presentare così la sua associazione: "La ASD Lo Spazio156 Fattiditango nasce nel 2008 con l’intento d’insegnare il tango argentino che si balla a Buenos Aires e per questo abbiamo scelto di avere una sede stabile dove tutto parla di Argentina, di Buenos Aires, della sua storia e della sua musica. Lo scopo principale dell’associazione è infatti mantenere viva la tradizione del tango argentino, dichiarato patrimonio immateriale dell’umanità, dargli la dignità che merita, perchè non sia considerato soltanto un insieme di figure, ma amato e apprezzato per la sua complessità. Proprio per questo abbiamo dotato la nostra scuola di un ottimo impianto audio/video, perché si possano ascoltare le infinite sonorità di questa musica senza tempo, e disponiamo inoltre di film, documentari, video e libri per tutti gli approfondimenti del caso. Amiamo definirci perciò “artigiani del tango”, perché per noi ogni allievo è un pezzo unico". E' infine da segnalare che le lezioni sono consigliate soprattutto a coloro i quali hanno sintomi di: Parkinson, Sclerosi Multipla, ictus cerebrale o comunque anche problemi di natura osteoarticolare. I corsi si tengono in ogni caso dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11 in viale IV Novembre a Treviso (Centro Commerciale Fiera) e chiunque fosse interessato può contattare lo 0422322031.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, lezioni all'aperto per la scuola media di Silea

  • Cronaca

    Cerca un finanziamento da 2mila euro on line, trova una truffa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento