rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Casier / Via delle Industrie

Terraglio Est, oltre 200 persone al corteo per il completamento

Oltre 200 persone, tra imprenditori e residenti, hanno sfilato in corteo, martedì sera, per chiedere il completamento del progetto del Terraglio Est e del collegamento tra la zona industriale di Dosson e il Passante

Un lungo serpente ha marciato, martedì sera, nell'area industriale di Dosson per chiedere il completamento del collegamento con il Passante di Mestre.

Oltre duecento persone, tra imprenditori, rappresentanti delle associazioni di categoria e residenti si sono riuniti in un corteo che, dalla rotonda dove "muore" l'asse incompleto, ha percorso un chilometro, fino alla sede dell'azienda Came.

"La vicenda del Terraglio Est esemplifica uno dei mali italiani: l’indolenza dei decisori pubblici e l’incapacità di creare un ambiente che faciliti, o almeno non ostacoli, la già complicata vita delle imprese – ha commentato il direttore della CNA di Treviso, Giuliano Rosolen - Questo è un male che va curato se non vogliamo che il nostro Paese si avvii verso il declino economico e sociale. Insieme alle altre categorie datoriali, pertanto, supportiamo l’iniziativa degli imprenditori, chiedendo a Regione, Provincia e ai Comuni interessati di stanziare i fondi necessari e avviare finalmente l’opera dopo anni di ritardi".

L'opera rientra nell'ambito di quello che è noto come "Terraglio Est" ed è compresa tra le infrastrutture complementari del Passante di Mestre.

La sua realizzazione dovrebbe alleggerire il traffico dell'area produttiva, che con i suoi 500mila metri quadrati e le 180 aziende rappresenta una delle più grandi della provincia di Treviso, e sostenere la competitività del territorio.

Dopo il corteo i partecipanti si sono riuniti in un dibattito, trasmesso in diretta da Antenna 3, con la partecipazione dell'assessore regionale Renato Chisso, il presidente della Provincia Leonardo Muraro e i sindaci della zona.

Nel corso del confronto Chisso ha spiegato che trovare i 25 milioni di euro necessari al completamento del progetto è un'impresa praticamente impossibile e, tuttavia, si è impegnato a recuperare le risorse per proseguire con i 700-800 metri di bretella tra via della Industrie e via Schiavonia, in modo che i mezzi possano raggiungere il nuovo casello autostradale.

Secondo quanto riferito dall'assessore, l'opera potrebbe essere appaltata entro la prossima estate e inaugurata nel 2015.

Nonostante le perplessità sui tempi imprenditori e rappresentanti delle associazioni di categoria hanno sottoscritto l'impegno, insieme a Muraro e ai sindaci di Casale sul Sile, Stefano Giuliato, e di Preganziol, Sergio Marton. Dopo qualche titubanza ha firmato anche Daniela Marzullo, primo cittadino di Casier, che tuttavia ha commentato: "Questa è solo demagogia da parte dell'assessore, una pagliacciata. Voglio vedere cosa faranno oltre alla posa della prima pietra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terraglio Est, oltre 200 persone al corteo per il completamento

TrevisoToday è in caricamento