rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Criptovalute, Codacons incontra la Guardia di finanza: «No a denunce cumulative»

L'associazione ha iniziato a collaborare con le Fiamme gialle per aiutare i risparmiatori truffati. Le prossime assemblee, dopo quella di domenica scorsa a Treviso, si terranno a Pordenone e Bologna

Il Codacons, dopo l'incontro di domenica 21 agosto all’Hotel Continental di Treviso con una ventina di investitori truffati nella vicenda criptovalute, ha preso parte ad una riunione con i funzionari della Guardia di finanza provinciale, mettendo a verbale i dati raccolti durante l’assemblea come documenti utili alle indagini ancor prima che vengano depositate le denunce da parte dei primi investitori. Il Codacons vuole evitare infatti che vengano depositate decine di querele cumulative per una tutela della privacy che ciascun investitore potrebbe voler mantenere sulla vicenda e che difficilmente potrebbe essere garantita con una denuncia querela collettiva contenente eventuali dati sensibili di tutti i denuncianti.

Le prossime assemblee

Nel proseguire questa attività di collaborazione con le Fiamme gialle il Codacons nazionale, anche in collaborazione con le sedi regionali,  sta organizzando altre assemblee con i risparmiatori truffati. La prima si terrà a Pordenone il 3 settembre, alle ore 18, presso l'Hotel Santin in Viale Delle Grazie 9. A seguire sempre a settembre, in data da stabilire, ci sarà una terza assemblea a Bologna su richiesta di diversi investitori residenti in Regione Emilia Romagna.

Un'ulteriore assemblea si terrà nella mattinata di sabato 3 settembre, a Treviso, in una location che sarà comunicata nei prossimi giorni.  Dopo l'assemblea di Pordenone il Codacons è a disposizione per una serie di incontri individuali, sia per la redazione delle denunce querele sia per eventuali integrazioni di queste ultime per chi avesse già provveduto in autonomia. Per fissare detti incontri di persona o tramite collegamento web e concordare luogo, data ed ora degli stessi, le persone interessate possono chiamare il numero verde 800050800, oppure il numero 051.312611 o scrivere una mail a  info@codacons.emiliaromagna.it.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criptovalute, Codacons incontra la Guardia di finanza: «No a denunce cumulative»

TrevisoToday è in caricamento