Cronaca

Maltempo in Veneto, Zaia dichiara lo stato di crisi. Stanziati 6 milioni

Prima tranche di aiuti da parte della Regione dopo il disastro della Riviera del Brenta. Tre milioni saranno disponibili subito

VENEZIA Con un decreto firmato giovedì pomeriggio direttamente dal Presidente Luca Zaia, la Regione ha formalizzato la dichiarazione dello stato di crisi a seguito della devastazione che ha provocato una tromba d'aria mercoledì pomeriggio sulla Riviera del Brenta causando anche una vittima. La Giunta regionale, riunitasi in seduta straordinaria nel pomeriggio, ha valutato la situazione complessiva, decidendo un primo stanziamento di 6 milioni di euro – 3 immediatamente disponibili e 3 reperiti con variazione di bilancio -  per far fronte agli interventi di massima urgenza e ai primi aiuti alla popolazione colpita.

Nell’attesa dell’esatta quantificazione dei danni provocati, che comunque ammontano a decine di milioni di euro, nonché degli interventi da avviare e realizzare, il decreto fa espressa riserva della dichiarazione dello stato di emergenza. Per quanto riguarda il settore agricolo, anch’esso gravemente colpito, l’assessore Giuseppe Pan ha immediatamente attivato l’Avepa, in coordinamento con la Protezione Civile, per la ricognizione della situazione, anche ai fini dell’eventuale attivazione dei provvedimenti specifici previsti dalla normativa nazionale. In queste ore i tecnici stanno verificando anche la possibilità di attivare la Misura 5.2.1. “Sostegno a Investimenti per il Ripristino dei Terreni e del Potenziale Produttivo Agricolo Danneggiato da Calamità Naturali” del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, recentemente approvato in sede europea, che al momento, però, richiede tempi tecnici non compiutamente valutabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo in Veneto, Zaia dichiara lo stato di crisi. Stanziati 6 milioni

TrevisoToday è in caricamento