Cronaca Crocetta del Montello

Rave Party abusivo sul Piave, cinquanta giovani identificati

I ragazzi, per lo più della provincia di Treviso, si sarebbero sostati lungo le sponde del fiume per sfuggire ai controlli. L'operazione, scattata nella notte di sabato 11 settembre, è stata condotta dai Carabinieri di Montebelluna

Si sarebbero sostati lungo le rive del Piave per sfuggire ai controlli ma alla fine sono stati intercettati dai Carabinieri di Montebelluna, messi in allarme dai residenti del posto che segnalavano musica ad altissimo volume. Era un vero e proprio "rave party" non autorizzato quello a cui i militari dell'Arma hanno interrotto la notte scorsa, sabato 11 settembre, a Giano del Montello. Cinquanta i giovani identificati, per lo più residenti in Provincia di Treviso. Alcuni erano però provenienti da fuori regione.

L'intervento dei carabinieri è avvenuto intorno alla 2 nel Comune di Crocetta del Montello. Il gruppo sarebbe stato impegnato in una sorta di "festa abusiva" itinerante, che si sarebbe sarebbe sostata lungo l'argine del fiume così da sfuggire alla forze dell'ordine, allertate però dai residenti che lamentavano il rumore causato dalla musica ad alto. I carabinieri stanno accertano la commissione di eventuali reati. A quanto risulta non sono state comunque trovate persone in possesso di stupefacenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rave Party abusivo sul Piave, cinquanta giovani identificati

TrevisoToday è in caricamento