menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Duca degli Abruzzi, la Provincia interviene dopo il crollo in classe

TREVISO Avvisati del danno a un soffitto del Duca degli Abruzzi attraverso il sistema Alveare – lo strumento che mette in relazione la scuola con la Provincia – i tecnici della Provincia si sono mossi per risolvere il problema e togliere il disagio agli studenti anche dopo il blitz di lotta Studentesca.

"E’ un danno di lieve entità al controsoffitto che non sembra aver intaccato le tubature soprastanti. Comunque la ditta appaltatrice per la manutenzione nelle scuole nei prossimi giorni farà ulteriori verifiche tecniche per scongiurare eventuali disagi. Inoltre, nello stesso giorno è stata verificata la rottura di un vetro e di una tapparella di un’altra aula a causa di un atto vandalico. Ci siamo mossi con tempismo nel rispetto dell’orario scolastico – ha spiegato il vicepresidente e assessore all’Edilizia Scolastica della Provincia di Treviso, Franco Bonesso – Gli studenti, come anche il corpo scolastico, sanno bene che la Provincia è sempre stata solerte e attenta per quanto riguarda la manutenzione nell’edilizia scolastica del territorio di competenza. Ricordo che non a caso, è stato creato il portale Alveare per mettere in rete e in costante comunicazione la popolazione scolastica con la Provincia, anche per la segnalazione di problematicità che vengono prese in carico in tempo reale. Ci tengo inoltre a ricordare che dal 2011 ad oggi la Provincia di Treviso ha investito nel Duca degli Abruzzi circa 250mila euro soltanto per le manutenzioni negli ultimi 3 anni, a testimonianza dell’attenzione nei confronti della scuola”.

Il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro ci tiene comunque a ricordare che “ora con la riforma Renzi sulle Province è e sarà sempre più difficile intervenire e manutentare nelle scuole – e continua Muraro - Relativamente agli atti di vandalismo e al pupazzo comparso oggi, penso che siano solo una dimostrazione esagerata, e una mancanza di rispetto per le istituzioni e per il bene pubblico, che appartiene a tutti. Bisogna ritornare ad avere rispetto per la cosa pubblica e il senso civico se vogliamo veramente cambiare questo Paese. Abbiamo visto che nel progetto Green Schools, dove sono stati coinvolti gli studenti in prima persona nel risparmio energetico, siamo riusciti a diminuire del 20% il consumo nelle scuole coinvolte. La Provincia è dunque in prima fila nella manutenzione, nonostante i continui tagli, ma è grazie agli studenti al proprio fianco che il sistema può funzionare”  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento