La Prosecco Cycling dona una bici all'alpino derubato all'Adunata

L’evento di Valdobbiadene dona una bicicletta da corsa a Cesare Einaudi, penna nera piemontese che aveva subito il furto in occasione dell’Adunata di Treviso. Massimo Stefani, organizzatore della Prosecco Cycling: “L’aspettiamo al via il 10 settembre”

VALDOBBIADENE Ha fatto 550 chilometri in bici. Quattro giorni sui pedali per arrivare dalla sua casa di Cartignano (Cuneo) a Treviso. L’adunata degli alpini era la grande meta di Cesare Einaudi. Dopo aver partecipato alla sfilata che domenica scorsa ha invaso il capoluogo della Marca, la penna nera piemontese ha trovato però una sgradita sorpresa: la sua bicicletta di corsa - una Fiorelli Coppi degli anni ’80, a cui era particolarmente affezionato - incatenata ad una ringhiera in zona Stiore, era stata rubata. 

La storia di Cesare ha particolarmente colpito Massimo Stefani, organizzatore della Prosecco Cycling, che ha deciso di regalare una bici di nuova di zecca all’alpino derubato. “Vogliamo che Cesare torni a pedalare sulle strade della Marca con una nuova bici e che il ricordo di questa splendida adunata del Piave rimanga indelebile anche per questo – spiega l’ideatore dell’evento, quest’anno  in programma il 10 settembre -. I trevigiani hanno da sempre, una passione viscerale per le due ruote: non possiamo rimanere insensibili di fronte ad un fatto tanto increscioso, toccato ad un ospite di Treviso in occasione così significativa. Sentiamo gli alpini particolarmente vicini: senza l’impegno del volontariato sarebbe molto complicato organizzare eventi come la Prosecco Cycling”.     

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nuova bicicletta che verrà consegnata a Einaudi sarà una De Rosa. L’alpino piemontese la riceverà a Cusano Milanino, presso la sede della storica azienda italiana di bici da corsa, da anni partner della Prosecco Cycling. Non solo: l’alpino Cesare riceverà anche un invito a partecipare all’evento trevigiano che il 10 settembre, su un percorso di 96 km disegnato nel cuore delle colline del Prosecco, coinvolgerà ciclisti provenienti da tutto il mondo. E magari, lui che è abituato a percorrere centinaia di chilometri attraverso l’Italia, potrà ripercorrere nuovamente in bici il tragitto da Cuneo alla Marca. Con meta finale, questa volta, Valdobbiadene. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Covid in azienda, 24 positivi: «Ci lavoravano dieci migranti della Serena»

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

  • Geox, cooperativa Venere in liquidazione: «Tutelare contratti e posti di lavoro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento