rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca San Lazzaro

Lutto in città, morto a 94 anni il commendator Danilo Villardi

Storico geometra per la Provincia di Treviso, è stato per tantissimi anni amministratore dell'a sezione trevigiana dell'Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra (ANMIG)

Si è spento all’improvviso, alla veneranda età di quasi 94 anni, il commendator Danilo Villardi. Storico geometra per la Provincia di Treviso, per la quale per molteplici anni ha progettato strade e pavimentazioni dirigendo diverse squadre, Villardi è venuto a mancare sabato pomeriggio presso l’ospedale Ca’ Foncello di Treviso dove era ricoverato da venerdì sera a causa di un piccolo malore con febbre che non gli ha lasciato scampo. Figlio unico, Villardi era rimasto orfano da giovane dopo aver perso il padre sotto il tragico bombardamento della città nel 7 aprile 1944. Di quel giorno Danilo era solito raccontare che c'era un assembramento davanti all'ingresso del rifugio e che tutti erano intenti a guardare in aria, ma al primo scoppio tutti si precipitarono all’interno. La bomba cadde poi accanto al muro esterno del rifugio e tutti i rifugiati, compreso Danilo, furono catapultati in aria. Circa 60 persone morirono così per lo spostamento d'aria causato dalla bomba, fra cui purtroppo anche il padre.

Grande amante del National Geographic, di cui collezionava dvd e riviste, Villardi è stato per tantissimi anni amministratore della sezione trevigiana dell'Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra (ANMIG). «Amava definirsi una persona retta e onesta – lo ricorda il nipote Mario Gasparin – Era poi una persona davvero acculturata e, insieme, nel tempo abbiamo anche eseguito diverse ricerche storiche importanti. La sua mancanza si farà sicuramente sentire in tutti coloro che gli volevano bene, soprattutto tra gli amici dell’Associazione e gli ex colleghi della Provincia». Villardi, che si è così ricongiunto al grande amico Gianfranco Crespan (fondatore del Gruppo folcloristico trevigiano e venuto a mancare a marzo scorso a 84 anni), lascia così nel dolore il nipote Mario e le cugine Amelia e Maria Rosa. Ancora da fissare, invece, la data delle esequie che saranno probabilmente celebrate entro la giornata di mercoledì presso la chiesa di San Lazzaro, quartiere nel quale viveva nella sua casa-museo. La salma sarà poi tumulata presso la cappella di famiglia al cimitero di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto in città, morto a 94 anni il commendator Danilo Villardi

TrevisoToday è in caricamento