Cronaca

Maltempo su tutta la Marca trevigiana: vigili del fuoco all'opera da ore sul territorio

Incendi, incidenti, piante pericolanti e danni vari: ecco quanto successo a partire dalla notte tra mercoledì e giovedì. Lo stato di allerta durerà per tutto il weekend

Immagine di archivio

Una nottata complicata quella tra mercoledì e giovedì per i vigili del fuoco impegnati in tutta la Marca trevigiana per le conseguenze del maltempo che da giorni interessa il nostro territorio e che inizia a mietere ora i primi danni, tanto che lo stato di allerta continuerà fino al termine del weekend.

In ogni caso gli interventi dei vigili del fuoco sono stati molteplici e nel momento in cui scriviamo diversi devono ancora essere conlcusi, soprattutto quelli avvenuto verso l'alba di giovedì. Si possono comunque segnalare un incidente stradale a Lughignano, un incendio in un appartamento di Casier, una perdita di olio nella circonvallazione di Motta in direzione Mansuè che ha causato diversi tamponamenti e uscite di strada per gli automobilisti di passaggio e poi tra Valdobbiadene e Ponte di Piave diversi tetti e transenne pericolanti. Infine, sono stati una decina gli interventi dei vigili del fuoco per taglio di piante pericolanti a: San Polo di Piave, San Biagio di Callalta, Motta di Livenza, Conegliano, Ponte di Piave e Valdobbiadene. In ogni caso le chiamate al centralino del 115 continuano ad essere numerose anche nella prima mattinata di giovedì, prevendosi quindi una giornata di duro lavoro per i pompieri.

ALLERTA METEO: 

In riferimento alla situazione meteorologica prevista da Arpav, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione ha emesso una serie di avvisi. Lo stato di attenzione per criticità idrogeologica e idraulica è stato dichiarato fino alle 20 di giovedì sui bacini Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Basso Brenta-Bacchiglione; Basso Piave-Sile-Bacino Scolante in Laguna. Lo stato di attenzione per nevicate è dichiarato anche in questo caso fino alle 20 di giovedì sui bacini Alto Piave; Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Adige-Garda-Monti Lessini; Basso Brenta-Bacchiglione; Piave Pedemontano. In proposito si segnala che il clima particolarmente rigido, anche dopo l’evento nevoso, favorirà la formazione e la persistenza di ghiaccio. Lo stato di preallarme per rischio valanghe (livello arancione) è invece dichiarato sia nelle zone dolomitiche che su quelle prealpine a partire dalle ore 6 di giovedì. Infine, lo stato di attenzione per vento forte è dichiarato su tutto il territorio regionale fino alle 20 di giovedì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo su tutta la Marca trevigiana: vigili del fuoco all'opera da ore sul territorio

TrevisoToday è in caricamento