Cronaca

Tifoso del Treviso stangato: per lui ben 8 anni di DASPO, è record

Aveva assistito alla partita tra il San Giorgio Sedico e il Treviso a novembre, ma gli era già stato impedito di recarsi allo stadio

TREVISO - Il primo di novembre aveva assistito, con tanti altri tifosi, alla partita tra il San Giorgio Sedico (Belluno) e il Treviso Calcio valida per la nona giornata del campionato regionale di Eccellenza del Giorne B, ma in realtà non avrebbe potuto recarsi allo stadio a causa di un precedente Daspo di 5 anni inflittogli nel passato e per questo è finito nei guai.

Si tratta del 43enne P.M. di Treviso, sanzionato dalla Digos della Questura di Belluno con un Daspo record di ben 8 anni a causa della recidiva. A tradirlo sarebbero state le intemperanze realizzate, proprio il primo di novembre, contro i giocatori biancocelesti a causa del pareggio per 1-1 della squadra. Il provvedimento nei suoi confronti non solo lo obbligherà a non presenziare ad eventi sportivi su suolo nazionale ed internazionale, ma anche di presentarsi presso la Questura venti minuti dopo l'inizio delle partite del Treviso e venti minuti prima della fine delle stesse. A carico dell'uomo anche un'accusa per aver danneggiato l'impianto bellunese per via del taglio di una parte della recinzione ombreggiante per poter visionare il match senza biglietto; inoltre, essendo già un soggetto ben conosciuto alle forze dell'ordine, l'ultras avrebbe alle spalle precedenti per reati contro la pubblica amministrazione, il patrimonio, l'ordine pubblico e il porto d'armi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tifoso del Treviso stangato: per lui ben 8 anni di DASPO, è record

TrevisoToday è in caricamento