Fiamme gialle, impennata dell'evasione fiscale nel 2012

Nel 2012 la guardia di finanza di Treviso ha scoperto 105 evasori totali, in sostanziale aumento rispetto al 2011. Boom anche di chiamate al 117

Impennata di chiamate e di episodi di evasione fiscale nella Marca trevigiana nel 2012.

I dati emergono dalla relazione delle fiamme gialle trevigiane relativa ai risultati operativi dell'anno scorso.

Nel 2012 la guardia di finanza di Treviso ha ricevuto il 120% in più di chiamate. Aumento accompagnato da un rilevante salto dell'evasione fiscale: il 30% in più di basi imponibili e il 78% in più di Iva.

Nel corso dell'anno passato sono state scoperte 105 persone totalmente sconosciute al fisco, per un'evasione complessiva di 90 milioni di euro.

"L'evasione scoperta non è legata alla crisi economica - precisa però il col. Giuseppe De Maio - ma a comportamenti fraudolenti progettati e attuati scientificamente".

Nel settore della tutela della finanza pubblica, le ispezioni svolte dai finanzieri sono state 782 e hanno consentito all'Agenzia delle Entrate di recuperare di 295 milioni di euro.

L'Iva dovuta e non versata segnalata ammonta a circa 49 milioni e di altri 12 milioni è il valore dei nove sequestri eseguiti.

Le fiamme gialle hanno inoltre denunciato 118 persone per reati e frodi fiscali, individuato 487 lavoratori irregolari e 67 "in nero", mentre hanno svolto 3.560 controlli per il rilascio dello scontrino e della ricevuta fiscale, individuando 556 irregolarità, pari al 15,6%.

Sono stati invece 18 gli interventi per frodi comunitarie, che hanno rilevato 1,7 milioni di euro di aiuti indebitamente percepiti, e tre gli interventi con una denuncia per la spesa previdenziale e assistenziale e rilevati oltre 100mila euro di aiuti indebitamente percepiti.

Per quanto riguarda i danni erariali ne sono stati accertati per oltre 1,9 milioni di euro. 119 sono state le operazioni in materia di spesa sanitaria e 84 i controlli nel settore delle prestazioni sociali agevolate. Uno l'arresto per reati contro la pubblica amministrazione.

Sul fronte dei reati fallimentari e societari la guardia di finanza ha denunciato 48 persone, una delle quali arrestata, che hanno distratto risorse finanziarie e cespiti per oltre 26 milioni di euro. 119 sono stati i controlli per operazioni sospette di riciclaggio e 10 gli accertamenti patrimoniali finalizzati al sequestro e alla confisca di beni e disponibilità nei confronti di soggetti condannati per stupefacenti, usura, reati contro la P.A., riciclaggio.

Nel 2012 sono stati sequestrati 7.500 euro di banconote false, con l'arresto di due persone, mentre sono stati 84.767 i prodotti contraffatti ritirati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento