menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Protezione Civile a Montebelluna: 10mila ore spese per la comunità

Ecco il rapporto 2015 delle attività svolte dalla Protezione civile di Montebelluna impegnata in oltre 200 interventi sul territorio

MONTEBELLUNA Sono oltre 10mila le ore di servizio gratuito svolte nel 2015 dal Nucleo Comunale Pronto Intervento della Protezione civile di Montebelluna. E' questo uno dei dati del rapporto annuale della struttura che vede impegnate 50 persone, cui si aggiungono circa cento volontari che contribuiscono alla gestione della sicurezza e delle situazioni di emergenza del territorio. Oltre a questo tutti i fine settimana sono stati garantiti i servizi di supporto alle varie manifestazioni e alle istituzioni con una media di 15 volontari per turno.

“Complessivamente gli interventi sono stati 238 tra quelli alluvionali, di supporto alla Polizia locale, al Suem, alle Istituzioni, per la cattura di animali e nelle manifestazioni popolari – spiega l'assessore alla Protezione civile, Elzo Severin - Quello della Protezione civile è un esercito nascosto e pacifico che silenziosamente ogni giorno contribuisce alla sicurezza e all'incolumità della comunità. Il suo contributo è insostituibile e i numeri lo dimostrano e le ricadute sociali sono significative si pensa che lo scorso anno sono state 36 le uscite dei volontari per la consegna dei pasti alla famiglie più bisognose. Un grazie dunque a tutti gli operatori della Protezione civile e ai numerosissimi volontari che rappresentano una delle estensioni più importanti dell'apparato comunale”.

Questi nel dettagli gli interventi:

  •     10 corsi di formazione, giornate studio per il volontariato
  •     6 giornate studio rivolte ai giovani e alla famiglie
  •     3 esercitazioni
  •     12 corsi ed evacuazioni negli edifici comunali
  •     3 collaborazioni con carabinieri secondo il protocollo per il ritrovamento e brillamento degli ordini bellici
  •     2 interventi urgenti per neve
  •     7 ricerche di persone scomparse, disperse
  •     13 TSO notturni eseguiti
  •     10 persone indigenti assistite
  •     20 recupero salme e trasporto
  •     36 serate di distribuzione viveri di prima necessità per famiglie bisognose


E' giusto far conoscere ai cittadini – spiega il sindaco, Marzio Favero – i dati dell'impegno sostenuto nel 2015 dalla Protezione civile che è come lievito perché è all'opera anche quando non si vede. A mole del lavoro compiuto è impressionante. Parliamo di oltre 10mila ore, spese per garantire momenti i gioia e di incontro come in occasione di feste e manifestazioni culturali e sportive,, ma anche di aiuto alle famiglie e alle persone in difficoltà, di ricerca delle persone scomparse fino ai momenti più dolorosi di recupero delle salme di persone che hanno perso la vita in collaborazione con le Forze dell'ordine e la Polizia locale. Una Protezione civile sempre presente in caso di emergenze di questo tipo, in particolare quelle determinate da fenomeni atmosferici eccezionali o da incidenti. La Protezione civile di Montebelluna funziona come una compagnia: sono 150 le persone coinvolte, di cui un centinaio a titolo di puro volontariato. Queste persone fanno un lavoro superbo a servizio della nostra comunità e vanno ringraziate di cuore così come ringrazio il loro coordinatore, Antonio netto, anche se non vuole essere citato. Quel ragazzo, tra l'altro, mi preoccupa, perché è operativo 24 ore al giorno e non ho ancora capito se riesce a riposare qualche ora la notte”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento