Cronaca

Turismo in provincia di Treviso: dati in crescita anche nelle colline asolane

Ecco alcuni dati sul turismo in Provincia di Treviso nel 2016: l'asolano registra un +9,75% negli arrivi (54.201) e un + 7,03% nelle presenze (136.222)

ASOLO Le statistiche turistiche confermano la percezione che il turismo è un fenomeno in crescita nella Provincia di Treviso in generale e nel territorio di Asolo e del Monte Grappa in particolare. Attira particolarmente l’attenzione l’aumento delle presenze al quale si riflette anche un allungamento della permanenza media. Questo significa che il turismo aumenta di qualità e rafforza la sua capacità di generare ricchezza per il territorio. Dal punto di vista dell’amministratore questo dato giustifica l’impegno di investire risorse pubbliche a supporto del turismo con azioni di programmazione, di promozione e di organizzazione eventi e mostre.

Queste importanti indagini se da un lato fanno chiarezza su alcuni aspetti del fenomeno turistico, dall’altro lato aprono a nuove domande e sfide per il nostro territorio. L’aumento dei flussi turistici nei territori rurali della Provincia pone l’interrogativo sulla capacità del territorio di accogliere adeguatamente il turista. Se la domanda turistica è rurale, la ruralità è attrezzata per diventare turistica? I residenti sono pronti ad accogliere i turisti, i comuni sono in grado di fornire servizi adeguati per rendere fruibile il territorio? Il fenomeno turistico non sembra più accontentarsi delle località, richiede di allargare i confini delle destinazioni. Quali forme organizzative dobbiamo mettere in atto per organizzare al meglio il turismo e quali sono i marchi che trasferiscono il valore del territorio nel mercato? Il turista non cerca più una determinata località ma piuttosto cerca un’esperienza determinata. Quali sono i prodotti turistici che hanno determinato il relativo successo turistico del nostro territorio? Quanto influisce la vicinanza a Venezia e il rafforzamento dell’aereoporto di Treviso? Quali sono le aspettative, le motivazioni che spingono il turista a soffermarsi nel nostro territorio e qual è il grado di soddisfazione del turista?

Il sensibile calo di turisti dall’est è stato compensato dal ritorno importante dei turisti dei mercati tradizionali, quali Germania, Austria e Inghilterra. Qual è il target di riferimento su cui puntare per strutturare un piano di sviluppo turistico? Come Ipa Terre di Asolo e del Monte Grappa stiamo cercando di dare una risposta a questi interrogativi perché abbiamo compreso che il turismo di qualità è una leva importante per realizzare il futuro modello di sviluppo del nostro territorio. I passaggi chiave concordati con i colleghi  amministratori e con i rappresentanti delle associazioni di categoria sono stati l’individuazione di una cabina di regia turistica interna all’IPA, l’avvio di un percorso partecipato orientato alla stesura di un piano di marketing territoriale, la condivisione del marchio d’area “Terre di Asolo e del Monte Grappa”, l’adesione attiva alla Organizzazione e Gestione di Destinazione “OGD Città d’arte e ville Venete del territorio trevigiano”.  

Nei prossimi mesi metteremo altre iniziative per migliorare l’organizzazione e la programmazione del turismo di qualità. Grazie alla collaborazione di esperti di settore diffonderemo un questionario per conoscere il grado di soddisfazione del turista e in accordo con la Regione Veneto daremo alle stampe tre brochure di presentazione dell’offerta turistica integrata con prodotti turistici culturali e sportivi. Queste azioni saranno portate avanti con il coinvolgimento degli operatori turistici, dei rappresentanti del commercio, dell’artigianato, dell’agricoltura e delle pro loco, perché c’è la convinzione che il turismo che vogliamo è un bene comune del territorio che richiede il coinvolgimento di tutti gli attori del territorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo in provincia di Treviso: dati in crescita anche nelle colline asolane

TrevisoToday è in caricamento