"Nell'ex consorzio agrario regna il degrado": la denuncia del consigliere Spolaore

A Zero Branco, ormai da diversi anni, la struttura che in passato aveva ospitato il consorzio agrario è stata abbandonata all'incuria e si trova ora in condizioni totalmente inagibili

ZERO BRANCO L'ex consorzio agrario di Zero Branco è nel più totale stato di degrado ormai da alcuni anni. Le finestre, piene di vetri rotti, lasciano ampio spazio ai piccioni che ormai la fanno da padroni all'interno della struttura. Come se non bastasse lo stabile, rovinato dal passare del tempo, è del tutto inagibile e compromesso a livello di sicurezza per chi si trovasse a transitare nelle sue vicinanze. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vista la situazione, l'ex Consigliere comunale Gino Spolaore ha deciso di intervenire sulla questione dell'ex consorzio agrario rivolgendo all'amministrazione comunale il suo appello-sfogo. "Mi sembra una vergogna che questa storica struttura versi oggi nel più totale stato di abbandono" esordisce Spolaore. "Chiedo un serio interessamento concreto da parte dell'amministrazione comunale al fine di tutelare la propria comunità contro lo stato di abbandono e degrado di uno stabile vicinissimo al centro del paese. Il rischio di possibili crolli è concreto e un intervento da parte delle autorità competenti sarebbe più che auspicabile". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Scopre agricoltore che sversa liquami nel fosso: viene preso a martellate

  • Passeggia a 150 metri da casa: multato dalla polizia stradale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento