rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca Conegliano / Via Antonio Rosmini

Degrado al Parco Respighi di Conegliano: trovate nuove siringhe nell'area verde

Si tratta dell'ennesimo caso negli ultimi mesi in quel di Campolongo. La situazione è stata più volte segnalata alle autorità competenti, ma nulla è cambiato

CONEGLIANO Siringhe già utilizzate e pezzi di limone (binomio utilizzato per l'iniezione endovenosa di eroina, ndr.), il tutto lasciato per terra nell'area verde e calpestabile da chiunque. Questo quanto segnalato per l'ennesima volta su Facebook da alcuni residenti di Campolongo che oramai da mesi si trovano di fronte al degrado del Parco Respighi in via Rosmini. Di notte, infatti, pare che il parco venga utilizzato dai tossicodipendenti della zona per assumere sostanze stupefacenti, lasciando però poi sul selciato il materiale utilizzato per maneggiare la droga. Fatto questo che preoccupa le tante famiglie che si recano al parco per far giocare i propri bambini che potrebbero così ferirsi con gli aghi delle siringhe utilizzate. La situazione è inoltre da tempo conosciuta alle autorità competente della zona, ma ancora nulla è stato fatto per cercare di limitare questo triste fenomeno: "Nonostante le continue segnalazioni alle autorità competenti, il parco continua ad essere punto di ritrovo per tossici e i bambini non possono usufruirne. Ormai il Comune lo lascia in stato d'abbandono" scrive ad esempio un utente su Facebook. Insomma, un caso che sta scatenando il web e che però potrebbe continuare ancora a lungo.

29541203_10214186489649149_2643251238304656551_n-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado al Parco Respighi di Conegliano: trovate nuove siringhe nell'area verde

TrevisoToday è in caricamento