menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Degrado al Parco Uccio di Santa Bona: cagnolino si ferisce con i cocci delle bottiglie

L'ex consigliere comunale Enrico Renosto nelle ultime ore ha denunciato lo stato di abbandono del parco di via San Martino, come anche del campetto da calcio dell'Immacolata

TREVISO Passeggiare al parco con il proprio cagnolino è una pratica salutare di vita che in molti ogni giorno perseguono lungo le tante passeggiate della Marca trevigiana o all'interno di uno dei numerosi parchi dell'hinterland cittadino...almeno finchè non si trovano lungo la strada pericolosi cocci di bottiglia che mettono a repentaglio la salute, o meglio, le zampe dei propri amici a quattro zampe, oltre all'incolumità dei propri figli e nipoti.

Ed è proprio questo che negli ultimi tempi sta succedendo nel quartiere di Santa Bona a Treviso, soprattutto tra il Parco Uccio di via San Martino e il campetto da calcio dell'Immacolata. Sono infatti diverse ormai le segnalazioni di persone che dichiarano di aver trovato numerosi pezzi di vetro, principalmente all'interno delle aree verdi del parco comunale, pericolosi anche per i bimbi che spesso giocano e corrono proprio sul prato. Una situazione che oramai va avanti da molto tempo, ma di cui nessuno avrebbe intenzione di preoccuparsi, tenendo anche conto che il parco, da alcuni giorni, non viene nemmeno più chiuso , lasciando così aperti gli ingressi anche durante la notte. "E' un fatto sconcertante - ha dichiarato in merito l'ex consigliere comunale Enrico Renosto, ora membro dell'associazione "Quartieri Vivi e Attivi" - L'amministrazione comunale ci ha fatto sapere che non ci sono più i fondi per pagare qualcuno che al mattino e alla sera apra e chiuda i cancelli dell'ingresso. Noi però, come associazione e come residenti della zona, ci siamo resi disponibili ad occuparci della questione, anche perchè durante la notte ora c'è molto via vai nel parco, soprattutto di 'gente poco raccomandabile' che beve e disturba, lasciando l'area piena di cocci di bottiglia e di immondizia". 

Nelle ultime ore poi la classica 'goccia che fa traboccare' il vaso, ossia il ferimento ad una zampa di un cane da caccia e di razza che si trovava a passeggio con la sua padrona. L'animale infatti, mentre correva nel parco, si è tagliato con un vetro affilato, costringendo la proprietaria a trasportarlo dal veterinario per suturare la ferita sanguinante. A questo poi si associa anche l'incuria che da tempo si può notare al campo da calcetto di via Ronchese, nella parrocchia dell'Immacolata. Conosciuto da molti per il torneo "Il Paletto", in campo versa ora in uno stato di semi-abbandono che non impedisce però ai giovani della zona di divertirsi col pallone: "Proprio per questo, come anche per il Parco Uccio, vorremmo si facesse qualcosa per migliorare l'area e renderla maggiormente fruibile a tutti, anche nel nome del decoro urbano" ha chiosato Renosto. D'altronde cartacce, bottiglie, recinzioni divelte e sporcizia non sono e non saranno mai un bel biglietto da visita per alcun quartiere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento