rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Delitto Tassitani, lettera al Ministro Nordio: «Ingiustizia inaccettabile»

Silvia Rizzotto, consigliere regionale dell'intergruppo Lega-Liga Veneta, si rivolge al Ministro della Giustizia dopo il permesso concesso a Michele Fusaro, condannato a 30 anni per l'omicidio di Iole

«La ferita del barbaro omicidio di Iole Tassitani è una cicatrice profonda nella nostra comunità. Così profonda che in alcun modo dovrebbe essere riaperta. Per questo la notizia del permesso premio al killer di Iole è inconcepibile».

A dirlo, giovedì 9 marzo, è Silvia Rizzotto consigliere regionale dell'intergruppo Lega-Liga Veneta. «Scriverò personalmente al Ministro Nordio per sottoporgli la vicenda ed evitare che Iole venga uccisa una seconda volta. Chi ha ucciso e fatto a pezzi una donna innocente deve stare in galera. La famiglia di Iole, dal Natale 2007, è stata condannata a vivere un incubo senza fine - continua Rizzotto - e lo scorso gennaio la mamma di Iole, Marisa Rossi che aveva vissuto quel lutto con un dolore inimmaginabile, ha perso la vita. Non possiamo permettere che chi ha sofferto così tanto possa dover vivere ancora un altro dolore così crudele. Il Ministro Nordio deve sapere che quel macellaio non merita niente, men che meno un premio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto Tassitani, lettera al Ministro Nordio: «Ingiustizia inaccettabile»

TrevisoToday è in caricamento