menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stroncato un giro di doping tra Treviso e Belluno: due denunciati

I carabinieri di Belluno hanno denunciato un 66enne trevigiano e un 25enne di Longarone per il commercio abusivo di sostanze proibite

SUSEGANA - Vendevano sostanze dopanti proibite ai loro clienti, per un giro di affari da diverse migliaia di euro tra le Province di Belluno e Treviso. Sono così finiti denunciati, dopo mesi di indagini, un 66enne originario di Venezia e residente a Susegana e un 25enne di Longarone.

I due avevano approntato un vero sistema commerciale di sostanze dopanti: prima acquistavano online a prezzi stracciati le sostanze dall'Est Europa e poi le rivendevano a prezzi maggiorati ai loro fidi clienti, tutti atleti non professionisti tra i 20 e i 30 anni. Si trattava di sostanze come il nandrolone, pericolose per il corpo umano e per il cui acquisto è necessaria la ricetta medica. La vendita però avveniva clandestinamente.

Le indagini, come riporta "il Gazzettino", sono state effettuate dai carabinieri della compagnia di Belluno a partire dalla scorsa primavera e solo negli ultimi giorni sono giunte al termine con la denuncia del 66enne e del 25enne. Secondo le forze dell'ordine infatti, l'anziano sarebbe il proprietario di due negozi tra Belluno e Treviso in cui vendeva prodotti specifici per atleti, ma anche le sostanze proibite intercettate dai militari per un valore complessivo di 4mila euro. Al giovane invece viene contestato un traffico in proprio di questi medicinali che rivendeva ai suoi coetanei per 500euro. 

Nel mirino degli inquirenti sono infine finiti anche una decina di clienti abituali dei due rivenditori, ma per loro non è scattata nessuna denuncia in quanto non partecipanti a competizioni sportive, facendo uso delle sostanze solo a scopi personali. Il 66enne invece è stato denunciato per esercizio abusivo della professione medica, somministrazione di medicinali pericolosa per la salute pubblica, detenzione di sostanze stupefacenti e per violazione della legge sul doping.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento