rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Cronaca Nervesa della Battaglia

Sanzionato per un abuso edilizio denuncia un funzionario del comune: assolto

Disposto il non luogo a procedere nei confronti di Fabrizio Ballarin, dipendente comunale di Nervesa accusato da un cittadino di abuso d'ufficio per una disparità di trattamento

NERVESA DELLA BATTAGLIA Un'ipotesi accusatoria insussistente anche soltanto per poter disporre il rinvio a giudizio. Finito di fronte al gup Angelo Mascolo per rispondere del reato di abuso d'ufficio, Fabrizio Ballarin, 47enne nato in Belgio ma residente a Nervesa della Battaglia dove svolge l'attività di responsabile del servizio Area II Tecnica del Comune, si è visto prosciogliere da quell'accusa che rischiava di minarne la credibilità e l'integrità, non solo a livello lavorativo. Difeso dagli avvocati Piero Barolo, Primo Michielan e Alessandro Michielan, il funzionario comunale ha ottenuto quello per cui si era battuto fin dall'inizio: un'assoluzione piena.

“L'atto del dirigente alla base dell'ipotesi accusatoria – hanno dichiarato i suoi legali, che hanno depositato in udienza una corposa memoria difensiva – è risultato essere perfettamente legittimo e dovuto nel rispetto della legge, a fronte di palesi violazioni urbanistiche del denunciante”. Già, perché la vicenda incriminata risalente al 2014 è scaturita da un esposto denuncia di un cittadino di Nervesa della Battaglia che aveva accusato il funzionario di aver operato una disparità di trattamento tra il denunciante e i suoi vicini di casa in merito a una sanzione per un abuso edilizio “in presenza di interessi propri”, come recita il capo d'imputazione.

Nello specifico Ballarin, il 17 luglio 2013, aveva disposto un controllo della Polizia Locale per effettuare una verifica su un box abusivo in lamiera utilizzato come garage per cui era stato richiesto il condono. A controllo effettuato ne aveva poi disposto la demolizione e il ripristino dei luoghi con un'ordinanza del comune datata 10 marzo 2014. Nel settembre del 2013 però, su segnalazione della stessa Polizia Locale, l'amministrazione era venuta a conoscenza dell'esistenza di un cancello carraio con colonne di sostegno in ferro zincato presso la corte contigua alla proprietà del denunciante. Ballarin a questo punto aveva sanzionato l'uomo per la realizzazione di quell'opera in assenza del titolo abilitativo. 

I vicini di casa però avrebbero avuto tre cancelli simili, anche loro costruiti abusivamente, ma nessuna sanzione era stata disposta. Da qui la denuncia per disparità di trattamento: secondo il capo d'imputazione il funzionario comunale, attraverso la demolizione delle opere, avrebbe agevolato l'ingresso alla proprietà dei vicini di casa a danno del denunciante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanzionato per un abuso edilizio denuncia un funzionario del comune: assolto

TrevisoToday è in caricamento