rotate-mobile
Cronaca Santa Lucia di Piave

Denunciato finto veterinario, vendeva chihuahua su internet a 1.500 euro

Un 42enne di Santa Lucia di Piave con la collaborazione della sua compagnia originaria della repubblica ceca di 34 anni importava dall'est Europa i piccoli animali e i vaccini. Fermati dai carabinieri

Preso dai carabinieri di Santa Lucia di Piave un falso veterinario, di professione operaio, che allevava cuccioli di piccola taglia e li vendeva su internet.

Si tratta di un 42enne del posto, che con la collaborazione della sua compagnia originaria della repubblica ceca di 34 anni, importava dall'est Europa i piccoli animali e i vaccini. I due avevano a Vittorio Veneto l'allevamento. La loro era un'attività lecita, l'allevamento infatti non superava infatti i 30 esemplari.

Ma l'uomo, che ha ammesso di vaccinare personalmente gli animali, si spacciava per veterinario con tanto di timbro riproducente il nome e il numero di un altro medico della zona. Il risultato: risparmiava sulle vaccinazioni, che poi faceva pagare al cliente. L'uomo ha inoltre ammesso di essere attivo sul mercato da giugno scorso.

I due sono stati denunciati dai carabinieri di Susegana per sostituzione di persona, esercizio abusivo della professione e falsità materiale. Gli animali, controllati anche dal servizio veterinario dell'Usl, sono in ottimo stato. Ogni cagnolino, per lo più chihuahua, veniva venduto a circa 1500 euro l'uno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denunciato finto veterinario, vendeva chihuahua su internet a 1.500 euro

TrevisoToday è in caricamento