15 ex detenuti psichiatrici al Gris di Mogliano Veneto

L'assessore regionale alla sanità: "Contrari a ogni soluzione pasticciata, ma i finanziamenti sono stati resi disponibili un mese fa"

MOGLIANO VENETO 15 ex detenuti psichiatrici al Gris di Mogliano dopo la chiusura degli Opg. Ma l’assessore regionale alla sanità Luca Coletto, all’indomani del loro arrivo, risponde alle polemiche che accusano palazzo Balbi denunciando la responsabilità del Governo. “La Regione conosceva così bene le reali problematiche che avrebbe comportato la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari che già nel 2013 (la legge nazionale è del 2012) aveva individuato la sede per realizzare una Residenza per l’Esecuzione della Misura di Sicurezza Sanitaria (Rems), predisposto e inviato al Ministero un Progetto, poi approvato dallo stesso Ministero – ha detto -. I finanziamenti però sono stati resi disponibili meno di un mese fa.

“Eravamo e siamo – ricorda l’Assessore regionale – contrari a ogni soluzione pasticciata e adesso che il pasticcio si palesa non cerchi di scaricare sulla Regione colpe che sono esclusivamente e totalmente di un Governo che, per dare l’impressione di un’efficienza che non c’è, impone di attivare Rems provvisorie in attesa delle definitive, che nessuno in Italia ha potuto realizzare proprio perché sono stati resi disponibili i fondi ampiamente fuori tempo massimo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento