menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Devastazione nel bellunese: tremila volontari e centinaia di squadre all'opera

"Ancora una volta - dichiara l'assessore Gianpaolo Bottacin - abbiamo dimostrato grande sinergia per un ottimo lavoro d'equipe"

Continua in maniera incessante il lavoro delle strutture regionali, degli altri enti statali e locali, nelle località del Bellunese colpite in modo devastante dal maltempo dei giorni scorsi. Un grossissimo contributo sta arrivando anche dalle squadre di volontari. "In questo momento abbiamo in campo centinaia di squadre e oltre tremila volontari con specialità di taglio alberi, lavori in quota e movimento terra - spiega il coordinatore delle Unità di Crisi, l’Assessore regionale alla Protezione civile Gianpaolo Bottacin - e nei prossimi giorni ne arriveranno altre ancora". Il numero maggior proviene ovviamente dal Veneto, ma molti volontari arrivano anche da Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Marche. La Regione ha inoltre messo a disposizione 2 macchine operatrici con sollevatori telescopici e, tramite i consorzi di bonifica, 7 autocarri con gru e con ragno e 5 escavatori forniti di pinza per taglio alberi e ulteriori 10 squadre sono in arrivo nei prossimi giorni.

In giornata è previsto poi l’arrivo delle Colonne Mobili regionali della Toscana e delle Province Autonome di Trento e di Bolzano con macchine operatrici, mezzi pesanti e squadre per taglio alberi. Messe a disposizione anche delle autobotti per acqua potabile che hanno ridotto a poco più di un migliaio le utenze ancora prive di acqua potabile. "Ancora una volta - conclude Bottacin - abbiamo dimostrato grande sinergia per un ottimo lavoro d'equipe".

Continua poi in Triveneto l’impegno della task force di oltre 1.500 risorse dispiegate da E-Distribuzione, la Società del Gruppo Enel che gestisce le reti di media e bassa tensione. Le attività di riparazione proseguono senza sosta sin da lunedì per fronteggiare le conseguenze della forte ondata di maltempo che si è abbattuta sulla penisola e in particolare sul Triveneto, dove si sono verificati guasti diffusi sia sulla rete di trasmissione nazionale che sulle linee di media e bassa tensione. Rispetto alla giornata di lunedì, sono state già rialimentate complessivamente quasi 240.000 utenze in Veneto e Friuli Venezia Giulia. E-Distribuzione è in costante contatto con le Prefetture, con le Istituzioni locali e con le strutture di Protezione Civile con cui si stanno organizzando interventi nelle zone di difficile accessibilità, anche in base all’evolversi delle condizioni meteo che compromettono la possibilità di intervenire in sicurezza.

Non appena perverrà la disponibilità di transito da parte delle Autorità competenti, E-Distribuzione effettuerà il trasporto e l’installazione di ulteriori gruppi elettrogeni anche in questi ultimi Comuni ancora privi di servizio elettrico. Inoltre, quando miglioreranno le condizioni di visibilità, altri gruppi elettrogeni arriveranno nelle aree più impervie attraverso l’utilizzo di elicotteri abilitati ai trasporti speciali. I lavori proseguiranno ininterrottamente fino alla piena normalizzazione del servizio, operando nel rispetto delle procedure di sicurezza. E-Distribuzione ricorda che, per la segnalazione dei guasti, è possibile contattare il numero verde 803.500, indicando il codice POD (nel formato IT001E…) della propria utenza riportato nella bolletta elettrica. Inoltre, è possibile ricevere informazioni anche sui canali social Facebook e Twitter di E-Distribuzione nonché sul sito Web www.e-distribuzione.it dove, nella sezione “interruzione di corrente”, è stata messa a disposizione la "mappa delle disalimentazioni" che fornisce dati in tempo reale sullo stato della rete elettrica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento