Quinta edizione del premio letterario nazionale "Salva la tua lingua locale"

Lo scopo di questa iniziativa culturale, in attuazione della Convenzione UNESCO per la tutela del patrimonio immateriale è di mantenere vivo l’uso delle lingue locali che costituiscono la storia e l’identità di un popolo

TREVISO I dialetti veneti  in gara per valorizzare le lingue locali. Ritorna Salva la tua lingua locale  premio letterario nazionale promosso dall’Unione delle Pro Loco Italiane che valorizza le lingue della tradizione. Un concorso per il quale è possibile presentare la domanda di partecipazione entro il 15 settembre (31 ottobre per la categoria scuola). Un itinerario tra le lingue della tradizione e i dialetti che caratterizzano ogni angolo delle nostre regioni. Giunto ormai alla 5a edizione il Premio  annuncerà i vincitori a dicembre 2017 dopo un’attenta selezione da parte della  giuria di tutte le opere in gara. Lo scopo di questa iniziativa culturale, in attuazione della Convenzione UNESCO per la tutela del  patrimonio immateriale è di mantenere vivo l’uso delle lingue locali che costituiscono la storia e l’identità  di un popolo.  

Ancora poche settimane per partecipare al concorso che nel 2016 ha premiato ben 3 opere venete. Sei le sezioni previste dal premio e per le quali sarà possibile presentare le opere fino al 15 settembre: poesia edita (libro di poesia edito a partire dal 1 gennaio 2015); prosa edita (storie, favole, racconti, dizionari, rappresentazioni teatrali) e libro di prosa edito a partire dal 1 gennaio 2015; poesia inedita; prosa inedita; musica.  Il concorso si propone inoltre di stimolare la creatività espressiva dei giovani e l’inclusione sociale  nell’età della formazione a tutti i livelli scolastici istituendo la categoria scuola, prevista il 31 ottobre la scadenza per la partecipazione degli elaborati pensati dagli studenti delle scuole primarie e secondarie di I° e II° grado (attività valida come credito formativo per la Scuola Secondaria Superiore).

Un concorso che negli anni ha raccolto un vasto patrimonio di materiali audio e videoaudio dei partecipanti che sono stati inseriti e catalogati nel canale  “Memoria Immateriale” di YouTube in un’apposita playlist dove è possibile ascoltare anche l’audio (caratteristica originale del Premio) dei componimenti inediti per la prosa e la poesia. “Memoria Immateriale” è il canale YouTube con oltre 1300 video  costituisce l’inventario online delle tradizioni italiane: un prezioso archivio, unico nel suo genere, voluto ed implementato dall’ Unione Nazionale delle Pro Loco. Il  Premio, a partecipazione gratuita,  è promosso e realizzato da UNPLI, Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, e Legautonomie Lazio, in collaborazione con il Centro di documentazione per la poesia dialettale “Vincenzo Scarpellino”, il Centro Internazionale Eugenio Montale e l’EIP – “Scuola Strumento di Pace”.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Suicida a 44 anni, indagato il marito per maltrattamenti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento