menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Memorie di un fante nella Grande Guerra: Eugenio Battistella "riscopre" il suo diario

La pubblicazione, frutto del lavoro degli studenti del Liceo Da Vinci, verrà presentato Sabato 25 Marzo nella chiesa parrocchiale di San Pelagio

TREVISO Eugenio Battistella, un fante ritrovato. Dopo 100 anni riemerge dall’oblio il manoscritto di un soldato semplice, un fante, che racconta la sua partecipazione alla Grande Guerra. Pagine scritte con un italiano incerto, frammisto a espressioni dialettali, ma dalle quali emerge un racconto vivo, vero, che ha la capacità di farci entrare nella vita quotidiana dei soldati, nei momenti drammatici degli assalti, della perdita dei compagni, del ferimento e del ricovero negli ospedali da campo, nei repentini cambiamenti dei fronti di combattimento, tra l’alternarsi di periodi di lavoro per la costruzione di strade, gallerie e periodi in prima linea. Un diario che ci racconta le emozioni, i sentimenti, la serenità, l’ironia, ma anche l’interiorità del fante Eugenio. La pubblicazione è il frutto del lavoro degli studenti del Liceo scientifico Leonardo Da Vinci in collaborazione con l’ Istresco, che ha offerto agli studenti la possibilità di divenire protagonisti di una operazione storiografica: dalla trascrizione del testo alla elaborazione di note esplicative, dalla stesura di schede storiche utili per la contestualizzazione delle vicende narrate alla ricerca di notizie intorno all’autore delle memorie, fino alle interviste ai discendenti che poco o nulla sapevano delle memorie del loro nonno e zio Eugenio.

“Mi vestirò di alpino e combaterò al suo fianco” scrive Eugenio negli ultimi giorni della guerra, quando in un momento drammatico perde i contatti con la fanteria e si ritrova tra gli alpini. Ricordando questo episodio desideriamo rendere omaggio agli Alpini che si stanno preparando alla Grande Adunata nazionale  che si svolgerà proprio qui a Treviso nel prossimo mese di maggio. 
La presentazione, nella chiesa di San Pelagio, dove Eugenio dopo la guerra, per quarant’anni ha svolto il servizio di campanaro, vedrà la partecipazione straordinaria del Coro Stella Alpina di Treviso diretto dal maestro Diego Basso, che accompagnerà con i canti la lettura di alcune pagine del diario proposta dalla voce di Marco Ervas. Il volume verrà presentato Sabato 25 Marzo, alle ore 20.45, nella chiesa parrocchiale di San Pelagio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tragico schianto in moto, muore dopo due giorni di agonia

  • Attualità

    Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento