Notte alcolica in osteria: diciannovenne viene arrestato dai carabinieri

L'episodio è avvenuto nella notte a Porta Santi Quaranta. Dopo aver esagerato con l'alcol il giovane ha prima insultato gli avventori del locale e poi opposto resistenza ai carabinieri

TREVISO Un bicchiere di troppo, un attimo di follia e un comportamento decisamente sopra le righe sono stati fatali a un giovane diciannovenne che nella notte tra venerdì e sabato è stato fermato dai carabinieri di Treviso nella zona della centralissima Porta Santi Quaranta.

Stando a quanto riportato da "La Tribuna di Treviso" il ragazzo è arrivato in una delle osterie della zona poco dopo mezzanotte. Chiaramente ubriaco, ha iniziato a insultare e a disturbare i tanti clienti che stavano trascorrendo una tranquilla serata all'aria aperta, seduti sulle panche del locale. Capendo che la situazione avrebbe potuto degenerare da un momento all'altro, il titolare del locale ha pensato di avvertire subito i carabinieri che sono giunti sul posto pochi minuti dopo. All'arrivo delle forze dell'ordine il ragazzo ha perso il controllo: senza più freni ha iniziato a strattonare e a insultare i carabinieri che cercavano di calmarlo. Per lui è scattata una denuncia con l'accusa di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Processato per direttissima nella mattinata di sabato, il ragazzo ha deciso di patteggiare una pena a sei mesi di carcere. Una bravata che gli è costata davvero molto cara. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento