menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Incidente a Resana (archivio)

Incidente a Resana (archivio)

Diminuiscono gli incidenti stradali in Veneto: a Treviso -9,6 per cento

Ad eccezione di Verona, l’unica che segna una crescita di scontri con feriti o morti, nelle altre province strade più sicure

TREVISO Strade più sicure in Veneto, diminuiscono gli incidenti stradali. Ad eccezione di Verona, l’unica che segna una crescita di scontri con feriti o morti, secondo i dati raccolti dalla sezione sistema statistico regionale per il tramite dei Centri di Monitoraggio Provinciali - gestiti dalle Province - e di Istat a livello nazionale, in collaborazione con Veneto Strade spa, le Province e le Prefetture, con la partecipazione della Polizia Stradale, dei Carabinieri e delle Polizie Locali, le altre province hanno concluso i primi nove mesi del 2014 con il segno meno.

I NUMERI PER PROVINCIA I dati provvisori mostrano, infatti, una generale diminuzione del fenomeno incidenti. Il numero è in crescita rispetto ai primi 9 mesi del 2013 solo nella provincia di Verona (+7,1%), mentre la media regionale registra un calo dell’1,5%. Stazionari rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente si mostrano i dati concernenti il numero dei feriti e dei morti. A Treviso, rispetto ai 1757 registrati nei primi nove mesi del 2013, sono stati contati 1589 scontri nello stesso periodo del 2014 (-9,6%). A Belluno si è passati da 365 a 361 (-1,1%), a Padova da 2147 a 2094 (-2,5%), a Rovigo da 454 a 421 (-7,3%), a Venezia da 1806 a 1790 (-0,9%), a Verona da 2147 a 2300 (+7,1%), a Vicenza da 1670 a 1636 (-2%) mentre a livello regionale da 10346 a 10191 (-1,5%).

“L’aggiornamento dei dati, reso possibile dall’adesione della Regione del Veneto al Protocollo d’intesa nazionale con Istat e i Ministeri competenti per la rilevazione statistica dell’incidentalità stradale, consente un costante monitoraggio del fenomeno – fa rilevare il vicepresidente della giunta veneta - e l’attuazione di efficaci misure di contrasto, come le campagne informative e gli interventi sulle infrastrutture stradali maggiormente a rischio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento