menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Fontane, dove è avvenuto l'inseguimento

Via Fontane, dove è avvenuto l'inseguimento

Battesimo di fuoco per entrare nella gang, due giovani denunciati

Un 15enne e un 16enne sono finiti nei guai per rapina impropria. Per entrare nella gang, il 16enne avrebbe dovuto scippare una donna in bici

TREVISO - Gli avevano promesso che se fosse riuscito a scippare una donna, sarebbe stato alla loro altezza e sarebbe potuto entrare nella gang. L'obiettivo era derubare una signora in bicicletta della borsa e scappare. Qualcosa, però, è andato storto. Il maldestro tentativo di furto si è addirittura trasformato in rapina e due ragazzini di 15 e 16 anni, nati in Italia da genitori stranieri, sono stati denunciati dalla polizia. Un terzo complice, invece, deve ancora essere identificato ma gli investigatori sarebbero a un passo dall'individuarlo.

Intorno alle 16.40 di giovedì pomeriggio una donna di 56 anni ha denunciato alla polizia di essere stata scippata in zona Fonderia, a Treviso. Viaggiava in sella alla sua bici quando ha notato tre ragazzini avvicinarsi e uno di loro, che indossava una maglietta blu a quadri rossi, le ha asportato la borsa che teneva nel cestino posteriore. I giovani delinquenti erano in tre. Il ladro ha preso una strada diversa rispetto agli altri e la malcapitata lo ha inseguito.

Insieme a lei è intervenuto un passante di 53 anni che, sceso dall'auto, ha tentato di raggiungere il ragazzo a piedi. Il ladruncolo, anche lui in bici, è stato costretto ad abbandonare il velocipede che si era impigliato nel fango in via Fontane, nei pressi di viale della Repubblica. Una volta avuto il contatto con la vittima, le ha piegato un dito ed è riuscito a scappare con la borsa. Non è riuscito però a far perdere le proprie tracce perchè la polizia, pochi minuti più tardi, lo ha rintracciato e portato in Questura.

Il ladruncolo, di 16 anni, ha ammesso il furto e confessato agli agenti che si trattava di un battesimo del fuoco, una sorta di impresa per riuscire a entrare nella gang, il cui capo è un noto 15enne della zona che già in passato si è reso responsabile di lesioni, furtarelli ed episodi di bullismo. Entrambi, quindi sono stati denunciati per rapina impropria.

La polizia è riuscita a recuperare la borsa della donna in via Cave, ma dall'interno mancavano 70 euro. Si tratta di denaro che le aveva affidato l'anziana per cui svolgeva assistenza per fare la spesa. La polizia al momento è sulle tracce del terzo complice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento