menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffata da finto innamorato, trevigiana trova il conto prosciugato

Una cinquantenne, affetta da disturbi psichici, è stata raggirata da un 23enne di origini napoletane che l'ha illusa di amarla e le ha raccontato di essere gravemente malato

Raggirata e derubata da un giovane che aveva finto non solo di amarla ma di essere anche gravemente malato. E' la storia di una 50enne trevigiana, con problemi psichici, raggirata da un napoletano di 23 anni.

La vicenda risale alla primavera del 2010 e, come riporta la Tribuna di Treviso, ora è approdata in tribunale, dove il giudice Umberto Donà ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio.

I due si conoscono in un bar e continuano a vedersi anche nei giorni seguenti. Il 23enne dichiara il proprio amore alla donna e presto le racconta della sua vita e della sua grave malattia, che richiede cure molto costose che lui non può permettersi.

La donna, che soffre di problemi di carattere psichico, crede a ogni parola, si impietosisce e si offre di aiutare il suo sfortunato amore, attingendo dai risparmi di famiglia. In due anni, dal 2010 al 2012, la malcapitata attinge con costanza al conto in banca per sovvenzionare le presunte cure del suo Cupido, fino a svuotarlo, sebbene il 23enne sia nel frattempo tornato a Napoli. Anche dalla città partenopea infatti il giovane continuava a tenersi in contatto con la donna, che gli inviava il denaro con dei bonifici.

Ad accorgersi di quanto stava accadendo è stato un parente della 50enne: aveva alleggerito il conto di quasi 150 mila euro. Immediatamente è scattata la denuncia e in breve tempo le forze dell'ordine sono risalite al finto malato. Sebbene alla sua "amata" avesse dato nome e cognome di fantasia, il ragazzo la chiamava con un numero di telefono intestato a lui e a suo nome era anche il conto corrente al quale la donna inviava il denaro.

Il 23enne ora è stato denunciato per circonvenzione d’incapace e a maggio dovrà presentarsi in tribunale. Alla donna raggirata, invece, è stato affiancato un amministratore di sostegno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Attualità

Veneto in zona arancione: cosa si può fare da martedì 6 aprile

Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento