rotate-mobile
Cronaca

Lo vuole vincitore a tutti i costi, padre costringe figlio 14enne a doparsi

Un trevigiano è accusato di maltrattamenti in famiglia per aver ossessionato il figlio con l'attività agonistica, arrivando a somministrargli prodotti iperproteici inadeguati alla sua età per potenziarne il fisco

Voleva per il figlio il successo a tutti i costi, anche se questo significava rendere la sua vita un incubo. Per questo un padre trevigiano è accusato dalla Procura di maltrattamenti in famiglia.

La storia del ragazzino, 14 anni, e del padre è raccontata dalla Tribuna di Treviso. Fin da bambino il 14enne frequentava la piscina: un passatempo divertente che presto però si è trasformato in un'ossessione. La colpa, secondo le accuse, sarebbe del genitore, che di fronte alle buone prestazioni del ragazzino avrebbe preteso sempre di più da lui, per farne un campione.

Secondo quanto riscontrato dalle forze dell'ordine e da un medico sportivo dell'Ulss 9, il padre avrebbe perseguito l'obiettivo di rendere il figlio un asso dell'acqua anche in modi poco ortodossi: allenamenti continui, gare frequenti e ricatti affettivi, fino alla somministrazione di integratori alimentari non idonei alla giovane età del ragazzino, come proteine, creatina e aminoacidi ramificati.

I prodotti assunti dal 14enne però gli avrebbero causato nausea, vomito e diarrea e il malessere, sia fisico che psicologico, si sarebbe protratto nel tempo tanto da divenire evidente anche a terzi, fino alla segnalazione alla magistratura, che ha aperto un'inchiesta.

Le indagini della magistratura si sono rivelate difficili e delicate e si sono concluse con una serie di riscontri che hanno portato alla richiesta di processo per il padre. L'accusa è di maltrattamenti in famiglia per aver costretto il figlio a svolgere attività agonistica in modo ossessivo, per averlo sottoposto a ricatti affettivi legati ai risultati raggiunti e averlo costretto ad assumere prodotti iperproteici inadeguati per potenziarne il fisco. Negli atti non si parla di doping e tuttavia gli effetti sul giovane atleta sono stati simili.

Sarà il gup a stabilire se prosciogliere l'uomo o rinviarlo a giudizio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo vuole vincitore a tutti i costi, padre costringe figlio 14enne a doparsi

TrevisoToday è in caricamento