Dormitorio per le persone senza fissa dimora: aperto fino alla metà di aprile

"Abbiamo cercato di stringere il più possibile sui tempi per rimettere a disposizione delle persone senza fissa dimora il servizio l'ostello notturno"commenta il vicesindaco Grigoletto

TREVISO Il dormitorio di via Pasubio resterà a disposizione delle persone senza fissa dimora fino alla metà di aprile. L’appalto per la fornitura per il servizio della gestione dei servizi socio-assistenziali a favore di persone in situazione di grave marginalità e difficoltà socio-economica è stato aggiudicato al raggruppamento temporaneo di imprese che si costituirà tra le cooperative sociali "La Esse" di Treviso, "Alternativa" e "Alternativa Ambiente" di Carbonera.

Il contratto, che prevede lo svolgimento di diversi servizi, avrà  la durata di sei mesi  e l'importo contrattuale è di 148mila 500 euro IVA. Il raggruppamento gestirà la comunità alloggio, l’asilo notturno e la mensa solidarietà, nello stabile comunale di via Risorgimento 9, l’attività socio-educativa, l’attività di inserimento lavorativi della durata di 5 giorni, retribuiti con voucher.

“Abbiamo cercato di stringere il più possibile sui tempi per rimettere a disposizione delle persone senza fissa dimora il servizio – commenta il vicesindaco e assessore alla coesione sociale Roberto Grigoletto – l’ostello notturno, nato con la nostra amministrazione, continua a dimostrarsi un servizio fondamentale per andare incontro alle esigenze delle fasce più deboli della nostra società”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Scontro tra quattro auto lungo la Circonvallazione est, muore una 56enne

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento