menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Passeggia in stazione con la droga in tasca, fermato grazie al fiuto dell'agente Trixie

Nuovi controlli specifici dei vigili anche alla stazione, Manildo: “Decoro e sicurezza, con il decreto abbiamo strumenti nuovi. Faremo visite a sorpresa nella aree sensibili"

TREVISO Passeggiava in area stazione con 14 grammi di hashish in tasca, pronti per essere spacciati. A fermare un ragazzo italiano, deferito all'autorità giudiziaria competente, il fiuto dell’agente Trixie.

Continua il giro di vite della polizia locale di Treviso impegnata nei controlli per il contrasto all’utilizzo di sostanze stupefacenti, ma anche e soprattutto per il mantenimento del decoro in città. Una stretta che arriva grazie anche alle novità introdotte dal decreto sicurezza del Ministro dell’Interno Marco Minniti che amplia il potere dei sindaci in materia di decoro e sicurezza urbana.

“Da oggi abbiamo uno strumento nuovo che accresce i poteri e gli strumenti del sindaco in materia di decoro e sicurezza pubblica - dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – per questo nelle prossime settimane, insieme agli agenti, effettuerò delle visite a sorpresa, per verificare le condizioni di alcune aree sensibili della città. Alcune delle misure contenute nel testo, come il Patto per la sicurezza, nella nostra città sono già in vigore. Un’ulteriore conferma del fatto che stiamo agendo bene”.

Con il sindaco ci sarà l’assessore alla sicurezza e coesione sociale Roberto Grigoletto che proprio ieri ha preso parte al tavolo, chiesto dal primo cittadino al Prefetto, per intervenire sugli episodi di accattonaggio di cui si erano resi protagonisti alcuni senza fissa dimora. Soddisfatto dell’incontro il vicesindaco: “Treviso ha certamente fatto la sua parte. Ci ha fatto piacere ascoltare le parole del Prefetto circa lo stop ad altri arrivi in città. L’incontro di ieri è stata per noi l’occasione di tornare a chiedere un impegno congiunto di tutte le forze dell’ordine, così come previsto dal Patto per la sicurezza, per arginare il fenomeno dell’accattonaggio, nelle sue diverse forme, dall’elemosina davanti ai supermercati ai parcheggiatori abusivi. Il controllo dei nostri agenti davanti ai supermercati presi maggiormente di mira è costante, inoltre, grazie alla rete del controllo di vicinato alcuni referenti sono stati incaricati della funzione di sentinelle proprio per segnalare e contrastare questo fenomeno. Infine i vigili effettueranno dei controlli specifici in stazione per evitare l’arrivo, ed eventualmente rispedire al mittente, presenze non gradite in città”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento