rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca Santa Bona

Carcere di Santa Bona: droga, telefoni e un coltello nelle celle dei detenuti

Settimana da incubo per il penitenziario di Treviso: gli agenti di polizia penitenziaria hanno trovato droga, cellulari e un'arma all'interno delle celle. I detenuti più facinorosi sono stati allontanati

Droga, cellulari e addirittura un coltello nelle celle dei detenuti che, nei giorni scorsi, si erano resi responsabili dei disordini all'interno del carcere di Santa Bona a Treviso.

Come riportato da "Antenna 3", è stata la comandante della Polizia penitenziaria del carcere, Maria Grazia Grassi, a sottolineare la preoccupazione per la situazione che si è venuta a creare. Lunedì sera, un 60enne italiano aveva dato fuoco al suo letto con conseguente evacuazione forzata dei 14 detenuti presenti all'interno del blocco. La sera prima, una guardia era stata aggredita da altri due detenuti. Oggi, venerdì 27 gennaio, l'introduzione di droga e telefonini tra i carcerati. Circostanze che preoccupano gli agenti di polizia penitenziaria, anche perché in una cella è stato trovato pure un coltello di diciassette centimetri. I responsabili dei disordini avevano istigato gli altri detenuti ad una rivolta, sventata dagli agenti di polizia penitenziaria. In queste ore i responsabili sono stati allontanati e destinati ad altre strutture. A Santa Bona la situazione ora è tornata alla normalità anche se l’attenzione rimane inevitabilmente molto alta tra gli agenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere di Santa Bona: droga, telefoni e un coltello nelle celle dei detenuti

TrevisoToday è in caricamento