rotate-mobile
Cronaca Revine Lago

Duecento agenti al giorno per un evento privato, la denuncia del Coisp

Il sindacato di polizia di Treviso segnala un episodio di spreco di denaro pubblico. Per una festa di poche centinaia di persone a Revine Lago sono stati impiegati centinaia di poliziotti. Per l'Home Festival solo sei

Duecento uomini al giorno per vigilare su una festa privata di poche centinaia di persone e solo sei agenti all'Home Festival, al quale hanno partecipato in media 15mila spettatori a sera. E' la dura denuncia fatta dal Coisp Treviso, il sindaco di polizia, che promette di rendere nota la cosa al Ministero.

L'evento "incriminato" è la chiusura di bilancio di un istituto di credito all’interno di una struttura privata, per la quale sarebbero stati spiegati circa duecento poliziotti al giorno: "In un periodo di crisi, con continui tagli e ottimizzazioni - scrive il Coisp in una nota - seppur vi siano motivi di ordine pubblico, si poteva evitare questo sperpero di risorse".

Anche lo scorso anno, per lo stesso evento, sarebbero stati impiegati numerosi agenti e, addirittura, un elicottero: "Quest’anno speravamo in un ridimensionamento dell’impiego di personale per l’evento ma abbiamo visto che così non è stato, cosa che conferma la nostra preoccupazione oltre che per il sistema organizzativo della Questura, per l’impiego del personale".

Per contro, sottolinea il Coisp, in occasione dell'Home Festival che si è svolto a Treviso dal 5 all'8 settembre 2013 e al quale hanno partecipato in quattro giorni circa 100mila persone, sarebbero stati impiegati solo sei operatori delle forze dell'ordine. "Per fortuna non è successo nulla - attacca il Coisp - non vogliamo pensare a cosa poteva succedere in caso di incidenti".

"Inaccettabile è stato l’utilizzo di un mezzo confiscato dalla Sezione Antidroga di Treviso destinabile solo ai servizi specifici di quell’ufficio, esposto pubblicamente eliminando quella riservatezza dovuta e contestualmente creando notevoli disagi all’antidroga che non potendo contare su quel mezzo si è trovata costretta a cercare in altre sezioni un mezzo per portare in carcere una persona arrestata", prosegue il Coisp, che denuncia anche come gli agenti si sarebbero trovati a lavorare per oltre 14 ore.

"Effettuando un calcolo approssimativo delle spese sostenute per il servizio - attacca il sindacato - crediamo superino i 20mila euro al giorno, per cinque giorni. In un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, con i continui tagli che ci portano ad avere meno fondi per benzina, manutenzione mezzi ed altro, con autovetture sempre più vetuste, spendere circa 100mila euro per organizzare un servizio di vigilanza per una manifestazione privata a parere del Coisp è una cosa che si doveva evitare".

"In merito - conclude - faremo una dettagliata relazione al Ministero ove segnaleremo quanto accaduto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duecento agenti al giorno per un evento privato, la denuncia del Coisp

TrevisoToday è in caricamento