menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Parte dei sacchi lasciati in via Filzi

Parte dei sacchi lasciati in via Filzi

Ecovandalo scarica 45 sacchi di rifiuti in aperta campagna: per lui multa salata

L'uomo, un imprenditore, aveva lasciato l'immondizia in via Filzi a Trevignano, ma in un solo giorno è stato scoperto e poi multato, non prima però di essere denunciato penalmente

TREVIGNANO La scorsa settimana sono stati scoperti 45 sacchi neri abbandonati lungo via Filzi a Trevignano. I controlli serrati degli EcoVigili, svolti in collaborazione con la Forestale di Volpago, hanno consentito di risalire però al trasgressore in tempi record. Dalle indagini è emerso che l’autore non è di Trevignano e ha scaricato illegalmente sia i rifiuti della propria abitazione sia quelli provenienti dall’attività commerciale che conduce. La segnalazione è arrivata agli uffici di Contarina da parte del Comune mercoledì scorso e subito la Vigilanza Ambientale del Priula è stata allertata, intervenendo tempestivamente per effettuare i controlli e i sopralluoghi necessari per trovare il responsabile, individuato già dal giorno dopo con il supporto del Corpo Forestale di Volpago. Già da venerdì 26 febbraio i rifiuti sono stati rimossi e l’area ripulita.

I rifiuti contenuti nei 45 sacchi abbandonati contenevano validi indizi che hanno portato facilmente al riconoscimento dell’ecovandalo. Dopo essere stato rintracciato, l’uomo ha ammesso la propria responsabilità rispetto all’accaduto e ha già provveduto a regolarizzare la propria posizione con Contarina, attivando i necessari contratti per la gestione dei rifiuti. Ora per l’autore dell’abbandono scatterà la denuncia penale da parte del Corpo Forestale di Volpago del Montello con una multa di 3.000€, a cui vanno aggiunti altri 500€ per i costi di pulizia dell’area e lo smaltimento dei rifiuti. “Questo episodio è a dir poco incivile e manca di rispetto a tutti i cittadini che, eseguendo con dedizione la raccolta differenziata dei rifiuti, dimostrano di rispettare e tutelare l’ambiente – afferma il sindaco di Trevignano Ruggero Feltrin – L’immediata individuazione dei responsabili sottolinea come la lotta al fenomeno dell’abbandono dei rifiuti si sia intensificata in questi ultimi anni, permettendo sempre più spesso di punire i responsabili di questi ignobili reati, che ora sono giustamente perseguiti a livello penale. Questo avviene grazie al lavoro degli ispettori della Vigilanza Ambientale del Priula, della Guardia Forestale e degli operatori del Comune di Trevignano che, con la loro costante presenza sul territorio cercano quotidianamente di contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti. Spero che l’episodio sia di lezione a quanti stessero meditando di scaricare sulla comunità la propria inciviltà.”

Questo importante risultato nel contrasto del fenomeno dell’abbandono di rifiuti si deve anche alla collaborazione molto proficua instaurata con la Forestale di Volpago, che supporta gli addetti alla Vigilanza del Priula nelle attività di controllo in ben 9 Comuni del territorio servito, da Trevignano a Spresiano, compresa tutta la zona del Montello. La Forestale, infatti, collabora alle indagini con sopralluoghi e verifiche tecnico-amministrative per individuare gli autori degli abbandoni. Questo intervento congiunto sta dando ottimi risultati nell’individuare, come ben dimostra questo caso risolto in un solo giorno.

rifiuti 1-2

rifiuti 3-2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento