rotate-mobile
Cronaca Conegliano

Lacrime e dolore alla scuola di Elena Brunello: "Non la dimenticheremo"

A due giorni dalla tragedia che si è consumata all'uscita del Mamilla di Conegliano si respira un'aria triste all'Isis Marchesini di Sacile

Si respira un’aria triste all’Isis Marchesini di Sacile, dove Elena Brunello andava ogni giorno per le lezioni. Elena è scomparsa a soli 18 anni dopo essere stata travolta da un’auto all’uscita del Mamilla di Conegliano nella notte tra sabato e domenica. Stava attraversando la strada insieme a un amico quando una studentessa di 21 anni, sobria all’alcol test, li ha investiti. L’amico, residente a Tarzo, era riuscito a salvarsi, ma le condizioni di Elena erano state definite dai medici sin da subito disperate. E infatti Elena è spirata all’ospedale di Conegliano domenica pomeriggio.

I compagni di scuola l’hanno ricordata lunedì, il primo giorno dopo la tragedia che si è consumata sulla strada, con un minuto di silenzio e le lacrime che scendevano. La dirigente Maria Vita Leonardi ha convocato i compagni di classe cercando di dare loro supporto e forza. Elena aveva molti amici. In tantissimi hanno voluto salutarla anche attraverso la sua pagina Facebook. in molti non riescono ancora a credere al drammatico incidente. “Non la dimenticheremo – dicono i compagni – Elena è un angelo”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lacrime e dolore alla scuola di Elena Brunello: "Non la dimenticheremo"

TrevisoToday è in caricamento