Provincia di Treviso: indette le elezioni di secondo livello, si vota il 18 settembre

Le urne saranno aperte dalle 8 alle 20 e i seggi saranno costituiti nella sede del Sant'Artemio: il nuovo presidente rimarrà in carica quattro anni, i sedici consiglieri soltanto due

TREVISO Con un decreto del presidente Leonardo Muraro di questa mattina, sono state ufficialmente indette le elezioni di secondo livello del presidente della Provincia e del Consiglio Provinciale di Treviso. Seguendo infatti la normativa della legge n. 56 del 7 aprile 2014, meglio nota come “Legge Delrio” e avvicinandosi la scadenza ufficiale del mandato presidenziale, già prorogato di 3 mesi con il decreto Milleproroghe, è stato avviato il procedimento elettorale che, va ricordato, non chiamerà più democraticamente in causa i cittadini ma riguarderà soltanto sindaci e consiglieri comunali.

La data scelta per le elezioni del presidente della Provincia e del Consiglio Provinciale di Treviso è stata fissata per domenica 18 settembre 2016 e le operazioni di voto si svolgeranno dalle 8 alle 20 nei seggi che saranno costituiti nella sede della Provincia di Treviso al Sant'Artemio, in via Cal di Breda 116. Potranno votare tutti i sindaci e i consiglieri comunali dei 95 Comuni della Provincia di Treviso in carica al momento delle elezioni provinciali.

Possono candidarsi alla carica di presidente della Provincia di Treviso di Treviso tutti i sindaci dei Comuni della Provincia il cui mandato non scada prima di 18 mesi, il presidente del Consiglio Provinciale e tutti i Consiglieri Provinciali uscenti.

Alla carica di consigliere provinciale possono invece candidarsi tutti i sindaci e i consiglieri comunali in carica nei Comuni del territorio, oltre al presidente della Provincia, al presidente del Consiglio Provinciale e ai Consiglieri Provinciali uscenti.

L'elezione del presidente avviene sulla base di liste concorrenti che devono essere sottoscritte da almeno il 15% degli aventi diritto al voto e l'elezione del Consiglio avviene sulla base di liste concorrenti composte da un numero di candidati non inferiori a 8 e non superiori a 16, che devono essere sottoscritte da almeno il 5% degli aventi diritto al voto. Le liste di candidati che andranno a costituirsi dovranno essere presentate all'Ufficio Elettorale di Via Cal di Breda il 28 e 29 agosto 2016.

In tutto, saranno eletti 1 presidente della Provincia e 16 consiglieri provinciali. 
Il presidente di Provincia di secondo livello rimarrà in carica 4 anni (oppure decadrà automaticamente alla scadenza del suo mandato da sindaco) mentre il nuovo Consiglio Provinciale sarà rinnovato ogni 2 anni.

“Dopo l'ultima audizione dell'UPI in Conferenza Stato – Città ed autonomie locali, abbiamo deciso di indire le elezioni provinciali di secondo livello, che si terranno entro i termini ad oggi fissati nel febbraio scorso dal decreto “milleproroghe” e, quindi, scelto la data del 18 settembre – spiega Leonardo Muraro, presidente della Provincia di Treviso – l'abbiamo fatto con grande senso di responsabilità, anche se la richiesta dell'ANCI Nazionale dell'UPI Nazionale era quella di unificare la data delle elezioni a quella di tutte le altre Province che vanno in scadenza per i rinnovi biennali dei Consigli Provinciali il 12 ottobre, per avere una tornata di secondo livello unica. In attesa di eventuali sviluppi comunque, oggi inizia il percorso, voluto da questo Governo con la Legge Delrio, che porterà la Provincia a diventare ente di secondo livello, dal cui sistema elettorale i cittadini, purtroppo, saranno estromessi”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento