Cronaca

Otto anni fa a Cortina la tragedia dell'elicottero "Falco"

Zaia: "Il ricordo di Dario, Fabrizio, Marco e Stefano non si affievolirà mai, ma oggi vorrei che la ricorrenza della tragedia di Rio Gere significasse anche un monito a tutti coloro che frequentano la montagna: rispettatela"

CORTINA “Il dolore è lo stesso di otto anni fa, così come la gratitudine. Il ricordo di Dario, Fabrizio, Marco e Stefano non si affievolirà mai, ma oggi vorrei che la ricorrenza della tragedia di Rio Gere significasse anche un monito a tutti coloro che frequentano la montagna: rispettatela, imparate a conoscerla, non commettete imprudenze, non cadete in sottovalutazioni, perché ogni volta che vi trovate in difficoltà, uomini come loro salgono in cielo e rischiano la loro vita per salvare la vostra”. Con queste parole, il Presidente della Regione del Veneto ricorda le vittime della tragedia del 22 agosto 2009, quando morirono in un incidente i quattro componenti dell’equipaggio di “Falco”, l’elicottero del Soccorso Alpino e del Suem 118, precipitato nei pressi di Cortina durante una missione.

“Con gli eroi di Falco – aggiunge il Governatore – ricordiamo e abbracciamo anche tutti gli altri caduti in operazioni di soccorso e tutte le famiglie che hanno vissuto e vivono una perdita così grave. Dobbiamo essere orgogliosi - conclude il Presidente - dell'altruismo di tutti quelli che non ci sono più e dei colleghi che, magari anche proprio adesso, dedicano sé stessi ad aiutare gli altri rischiando la vita”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otto anni fa a Cortina la tragedia dell'elicottero "Falco"

TrevisoToday è in caricamento